Utente 106XXX
Salve e grazie per il tempo che mi dedicherete!
Mio padre ha eseguito un esame Ecografico Addome superiore ed inferiore e riporto il referto:
"FEGATO DI DIMENSIONI REGOLARI CON TESSITURA PARENCHIMALE OMOGENEA, ESENTE DA PATOLOGIA FOCALE.
COLECISTI DI NORMALE MORFOLOGIA, CON PARETI NON ISPESSITE, ALITIASICA.
REGOLARE IL CALIBRO DELLE VIE BILIARI INTRA ED EXTRAEPATICHE.
NON SI RILEVANO ALTERAZIONI VOLUMETRICHE-ECOSTRUTTURALI A CARICO DEL PANCREAS E DELLA MILZA NE' SI EVIDENZIANO ADENOPATIE.
RENI IN SEDE, DI NORMALE VOLUME, CON PARENCHIMA DI SPESSORE OMOGENEO SENZA SEGNI DI LITIASI NE' DI STASI URINARIA.
A LIVELLO DEL 1/3 MEDIO DEL DESTRO E' PRESENTE UNA CISTI SEPIMENTATA DI CIRCA 5 CM.
UNA CISTI DI CIRCA 2 CM. E' SITUATA AL 1/3 MEDIO DEL SINISTRO.
REGOLARE IL CALIBRO DELL'AORTA ADDOMINALE.
VESCICA DI NORMALE CAPACITà, ESENTE DA PATOLOGIA PARIETALE ED ENDOLUMINALE DI ATTUALE RILIEVO.
ASSENZA DI RESIDUO URINARIO POST-MINZIONALE.
LA PROSTATA, VISUALIZZATA PER VIA SOVRAPUBICA, RISULTA LIEVEMENTE AUMENTATA DI VOLUME"
Preciso che mio padre è stato nel mese di gennaio circa un mese a letto con il virus influenzale attaccato allo stomaco, e che a seguito di analisi del sangue effettuate successivamente per controllo, vedendo alcuni valori alterati, su consiglio del nostro medico di famiglia ha effettuato questo esame specifico.
Cosa vuol dire in sostanza il referto? A noi fanno apprensione le cisti rilevate ai reni, che si disconoscevano completamente non avendo avuto mai disturbi in merito, e tutt'ora non riscontra disturbi particolari.
Resto in attesa di un vs. consulto, grazie anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro signore, il riscontro occasionale in corso di ecografia di cisti renali è un fatto piuttosto frequente (consideri che se 10 persone fanno un'eco renale circa 3 persone scopriranno di avere una cisti renale).
Esse vanno solo osservate e controllate nel tempo se sono delle cisti semplici, vanno approfondite con una TC addome con e senza contrasto nel caso in cui fossero cisti complesse ovvero a contenuto disomogeneo, calcifico o con setti. Nel caso della cisti del papà probabilmente sarebbe oppurtuno sottoporre le immagini della ecografia praticata ad un collega urologo della zona per far valutare l'eventuale necessità o meno di un approfondimento TC visto che lei parla di sepimenti all'interno della cisti.
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dott. Masala per l'attenzione che ha prestato alla mia richiesta di consulto.
Secondo la sua esperienza allora basta tenerle semplicemente sotto controllo perchè non c'è nulla di preoccupante? Con quale frequenza vanno effettuati tali controlli?