Utente 961XXX
salve, sono un ragazzo di 28 anni, da piu di un mese ho dei dolori che si ripresentano periodicamente al testicolo destro, osso pubico, gluteo destro, zona anale, glande e bruciore nella minzione. Mi sono fatto visitare dal medico generale che mi ha fatto fare esame urine e urinocoltura (esami risultati perfetti). Sono successivamente andato da un urologo primario temendo di aver in atto una prostatite acuta, ma dopo una visita completa ha escluso patologie ai genitali ed ernie e mi ha diagnosticato una pseudovisceralgia causata secondo lui da troppi sforzi in palestra. I dolori continuano a persistere e non sono lievi, anche se a volte ho dei giorni di tregua, ma la cosa che mi preoccupa maggiormente sono 2 noduli da me scoperti per caso di circa 3-4 millimetri di diametro, molto duri al tatto, collocati all interno dello scroto nella parte piu alta di esso (quindi lontani dai testicoli) vicino all'attaccatura tra scroto e inguine (nella parte destra proprio dove ho il testicolo periodicamente dolente). Questi 2 noduli sono collocati entrambi all interno di un finissimo corpo cavernoso dello scroto, alla distanza di mezzo centimetro l uno dall altro (lo sento in maniera evidente attraverso la palpazione), tuttavia questo corpo cavernoso non pare ingrossato o infiammato, la pelle dello scroto non è rossastra nè bluastra e non ho un particolare dolore in quel punto neppure se vado a stringere i noduli. In entrambe le visite ho informato i medici sulla presenza di questi noduli, ma evidentemente essendo molto piccoli e posti in una zona ricca di intrecciamenti di corpi cavernosi, non sono riusciti a sentirli nella palpazione e mi hanno rassicurato di avere tutto nella normalità. Adesso mi chiedo che dovrei fare, ho pensato ad un ecografia scrotale ma non so se questi noduli possano essere visti dal momento che sono molto piccoli e sono nascosti da una fitta rete di corpi cavernosi. Adesso ovviamente non mi aspetto da Voi una diagnosi tramite internet sulla base di questo mio racconto, però per avere della rassicurazioni in merito ci tenevo a sapere se la presenza di questi noduli in un corpo cavernoso possa appartenere ad un gruppo di patologie di lieve o moderata entità oppure magari a qualcosa di molto piu grave tipo un tumore ecc... soprattutto mi sono a lungo chiesto se la diagnosi di pseudovisceralgia datami dall urologo possa essere esatta, oppure i dolori persistenti che ho possano essere causati da questi famosi noduli che lui evidentemente non ha riscontrato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la lunga descrizione del disturbo riferito
mi lascia abbastanza perplesso circa la genesi dello stesso.La visita urologica ed i successivi contatti avuti escludono patologie "evidenti" ,così coma la mancata richiesta di accertamenti diagnostici,mi portano ad essere ottimista circa l'assenza di problemi "seri". Comunque, escluderei assolutamente la presenza di patologie neoplastiche. Consulti un andrologo esperto e ci informi in merito.Cordialità.