Utente 156XXX
Gent.mi,
a causa di problemi di erezione ho consultato un'andrologo munito di uno spermiogramma + spermicoltura e tutti gli altri esami del sangue (psa, testosterone, prolattina, ormoni, etc) tutti nella norma. Dopo aver praticato l'esplorazione rettale ha verificato che la mia prostata è leggermente ingrossata ed infiammata, quindi mi ha prescritto 2 cicli da 10 gg di CEFIXORAL e 2 cicli da 10 gg di KLACID + TAUXIB durante i 4 cicli. Essendo la mia prostatite abatterica (leucociti 600.000) ed asintomatica (a parte la difficoltà di erezione non ho assolutamente alcun disturbo) ha senso tale terapia antibiotica?
Grazie a tutti quelli che interverranno per un parere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
le prostatiti possono essere completamente asintomatiche
o determinare tutta una serie variegata di sintomi fra i quali
è compreso quello da Lei lamentato.
Abbia fiducia nel medico che Lei ha consultato e faccia
con serenità la terapia prescritta.
Se può esserLe utile all'indirizzo www.geocities.com/agiambersio troverà una piccola e semplice monografia sulle prostatiti scritta per i pazienti anche con consigli pratici.
Cordiali saluti
A. Giambersio
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
io credo che la Sua domanda dovesse sorgere spontanea quando Lei era seduto di fronte al Collega che L'ha visitata. A questo punto, noi del Forum, cosa potremmo fare oltre che rispettare le ipotesi diagnostiche ed i consigli terapeutici dello Specialista che L'ha visitata?
Certo, potremmo aprire un contenzioso sulle prostatiti...ma a che servirebbe?
Credo che fidarsi di un Medico e solo di uno, fino a prova contraria ovvio, sia la cosa più giusta da fare. I nostri pareri a questo punto contano poco.
Affettuosi auguri di pronta risoluzione del problema e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2006
Gent.mi,
Grazie delle vs. risposte.
Volevo precisare che tutte le analisi del sangue sono nei valori di riferimento, tutte tranne lo ZINCO che è di 70 mg/ml rispetto al valore di riferimento che dovrebbe essere di 100 mg/ml.
Centra qualcosa con la mia prostatite?
E' consigliabile assumere delle compresse di zinco? Se si, quale prodotto?
Grazie!
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
probabilmente leggerà questa riposta con un pò di ritardo a causa delle ormai trascorse ferie estive. Se proprio vuole vedere quel fatidico 100 mg di valore, assuma delle compresse di zinco. Si vendono in farmacia, senza obbligo di ricetta medica...quindi...

...quindi io NON le prenderei comunque senza indicazione del Suo Specialista di fiducia.

Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO