Utente 770XXX
buon giorno , racconto la mia storia tutto parte da da un rigonfiamento generalizzato dei linfonodi in seguito a citomegalovirus ormai pregresso con spossatezza due settimane di febbre sudorazione eccessiva premetto di avere avuto un rapporto non protetto oramai 25 mesi fa ,svolgo test hiv a 15 mesi di distanza dall ultimo rapporto a rischio il test risulta negativo ho contattato un medico di medicitalia e mi dici di metterci una pietra sopra ,(medico infettivilogo) che mi consiglia di rivolgermi a un dermatologo perche il mio problema riguarda un irritazione del glande che a volte mi si presenta sottoforma di rossore diffuso e a volte sono solo puntini rossi tipo brufoletti che si seccano rompendosi ma senza fuoriuscita di liquido,una dermatologa a cui mi rivolgo arriva a una diagnosi di balanopostiteprepuziale curata con batrafen crema senza risultati per poi passare a pevaryl crema con risultati migliori ma non definitivi ,eseguo2 tamponi uretrali e lunica presenza e quella di staffilococco aureo senza presenza di miceti,la mia domanda e quali esami posso fare per arrivare a capire il mio problema?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
se non si fa un sospetto di diagnosi è inutile fare esami a raffica alla cieca.Se è positivo il tampone per Stafilococco aureo , che comunque si trova normalmente su alcune zone della cute, vuol dire che vi è una sovrainfezione da batterio.La diagnosi nella maggiorparte delle balaniti come delle altre malattie a trasmissione sessuale è clinica.
Gli esami che possono aiutare sono:
Tampone uretrale per ricerca batteri e miceti
Esame urine completo ed antibiogramma
Sierologia Lue completa
Ripeterei gli esami dell'HIV e poi una nuova visita dermatologica a esami fatti.
Se aveva assunto antibiotici possono essere stati quelli a darle una balanite reattiva a farmaci.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

si fidi del consiglio del collega, recandosi dal Venereologo per questo problema: nel frattempo potrà leggere in questo portale il personale articolo divulgativo su questo tema all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=39890

cari saluti

[#3] dopo  
Utente 770XXX

Iscritto dal 2008
grazie ma onestamente non riesco acapire perche dovrei ripetere il test hiv visto comunque che il periodo finestra e stato ampiamente superato e non avendo avuto altri rapporti a rischio ,con il test hiv che ho effettuato ho fatto anche tutte la altre malattie infettive sessualmente trasmessibili compresa la sifilide o lue mi domando allora se a detta dell infettivologo dopo un esito negativo del test a 15 mesi dall evento a rischio debba ancora pensare di essere a rischio