Utente 106XXX
Egregi dottori vorrei chiedere un Vs. parere. Ho molti nevi e ogni anno mi sottopongo a visita dermatologica. Circa due anni fa sul dorso ha fatto la sua comparsa un nevo rosa-chiaro, quasi rotondo, uniformemente elevato (circa 1 mm), morbido al tatto, bordi definiti, nessun colore particolare al bordo o segni sulla pelle circostante, domesione circa 5 mmm, superficie non liscia come una palla da bigliardo ma neppure ruvida.
Il dermatologo lo ha esaminato attentamente, anche con il dermoscopio (non presenta reticolo) e non ha suggerito l'asportazione.
Leggo che il nevo privo di pigmento è difficile da distinguere dal melanoma. E' vero o questo avviene in casi limitati e molto particolari ? Eppure il dermalotogo (che opera in un centro di eccellenza) non ha posto dubbi diagnostici e mi ha suggerito un controllo tra 6 mesi per altri due nevi diversi ed in altra sede da quello decritto.
Per poter fare una autodiagnosi e monitorare il nevo su cosa devo soffermarmi oltre ad aumento dimensione / elevazione: sul colore o segni della pelle circostante, eventuale cambio di colore, noduletti sulla superficie, squame che si staccano, ecc .... così da poter tornare se necessario dal dermatologo prima della prossima visita fissata a settembre.
Ho visto foto di melanomi online ma sono tutti "più brutti" anche quelli chiari: presentano squame, sono elevati in modo non uniforme, hanno pigmento, noduli o altro nella pelle circostante.
Il mio no e questo mi tranquillizza. Ma vorrei un Vs. parere.
Grazie.

PS: se qualcuno dei medici fosse così cortese da autorizzarmi ad inviare via email una foto della lesione sarei eternamente grato.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
i melanoi acromici ed atipici ci sono, sono rari ma non rarissimi.I parametri di controllo che lei ha citato per un'autoesame vanno bene, ma certamente è bene che la lesione sia controllata dallo specialista che ha maggiore esperienza già solo per il numero di lesioni che vede. Rmane determinante il conrollo specialistico.
Solitamente la foto via mail non è ben visibile sarebbe meglio poter valutare il neo con dermatoscopia almeno direttamente.
Il fatto che il neo è comparso recentemente e che prima non c'era fa comunque propendere per una valutazione dermatoscopica o in epiluminescenza per motivi di sicurezza.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Emanuele Di Pierri
24% attività
4% attualità
12% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente
se ha chiesto un parere (anche se on line) ad altri dermatologi, pur avendo avuto un parere specialistico, dimostra che dentro di lei vi sono ancora dei dubbi.
Non ha altro modo che seguire la stessa linea di pensiero, richiedendo un'altra valutazione (reale) che possa rassicurarla.
Si affidi però ad un'altro collega esperto dermatoscopista (di eccellenza come il primo).
sottolinei al collega la recente insorgenza.
Cordialità
[#3] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per la risposta.
Vorrei aggiungere un particolare: da circa 8 anni ho un nevo simile (identico per forma, dimensione, consistenza, ecc..) sempre nella parte alta della schiena. L'unica cosa che cambia è che il primo neo è sia rosa pallido che marrone chiaro.
Questo primo neo è stato visto in passato da tre dermatologi esperti e nessuno lo ha ritenuto pericoloso.
Anche se la valutazione è approssimativa è ragionevole credere che difficilmente un soggetto possa avere due nei un benigno e uno maligno ? Insomma nel mio caso questo secondo neo non è un brutto anatroccolo.