Utente 106XXX
Salve a tutti. Vi ringrazio anticipatamente per le eventuali Vostre risposte. Sono un ragazzo di 22 anni e all' età di circa 4 anni, mentre giocavo con mio fratello, il polpastrello del dito indice della mia mano destra rimase schiacciato in una porta. Non uscì sangue e, salvo un lieve rossore, mia madre non notò niente di anomalo. Il giorno dopo comparve una bolla nara-violacea (credo un ematoma) che si riassorbì nel giro di circa 20 giorni. Dopo diversi mesi (circa un anno) il polpastrello ha cominciato a gonfiarsi fino a deformarsi e diventare notevolmente più grande rispetto all' altro. E così fino ad oggi. Inoltre, dal giorno dell' indicente, mi capita periodicamente (mediamente 3 volte ogni 2 anni) che il polpastrello mi fa male. Il dolore è lieve ma aumenta se faccio pressione.
Due anni fa un chirurgo mi ha prescritto una radiografia, ma dal punto di vista osseo il dito è risultato perfetto. In seguito lo stesso medico, utilizzando un ago, ha provato a capire cos' è che all' interno del dito provoca questa deformità, ma non vi è riuscito e mi ha consigliato di effettuare un' ecografia, che non ho ancora fatto. Sarei felicissimo di risolvere questo mio problema. Grazie a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Decisamente strano come caso.
Sicuramente deve eseguire un esame ecografico o meglio ancora una RMN. Se la radiografia è nella norma, vuol dire che la tumefazione riguarda le parti molli.

Tanti auguri