Utente 106XXX
Accuso fastidio tradotto in calore nella parte sinistra del corpo da circa 30 giorni,questo fastidio si accentua dopo i pasti o dopo aver fumato una sigaretta,a volte sensazione di svenire,anche a riposo.
E'iniziato tutto dalla mano sinistra,avvertivo fastidio e punture nel centro del petto,dopo 10 giorni il fastidio/calore si è propagato al braccio,al fianco e dietro la spalla sinitri.Questo forse ha alimentato quel poco di ansia che già avevo accumulato in questi giorni per via dei sintomi che riuscivo a spiegarmi solo riconducendo il tutto ad un infarto cardiaco.Un senso di caldo che dallo stomaco è salito fino alla testa mi ha fatto perdere i sensi per circa 15 minuti,mi sono ritrovato a terra inginocchiato con la faccia sul pavimento senza un minimo di forza per rialzarmi,sono rimasto,poi,in dormiveglia tutta la notte.il giorno dopo sono andato al pronto soccorso e dalle,analisi,ecg,lastre non è risultato niente,il medico di famiglia mi ha detto,tutto ok,hai avuto un attacco di panico,quando si ripresentano i sintomi prendi benzodiazepine finche non scompaiono.
Ho fatto un ecocardiogramma;ok
Nell ECG sotto sforzo c è stato un malinteso con il dottore,arrivato a 154 bpm mi sono fermato di colpo perchè esausto,invece di rallentare gradualmente(cosa che forse si è dimenticato di dirmi,ho che non ho sentito)
e quindi sul referto medico - pds dubbia per ischemia miocardica indotta da lavoro muscolare - cioè se invece di fermarmi all improvviso,rallentavo e poi mi fermavo non era dubbia?ho è dubbio il fatto di non soffrirne?
Dopo questo ho portato l Holter,allora in questo ho cercato di ripetere quello che nell ECG sotto sforzo era dubbio,sul mio tappetino elettrico mi sono messo a correre alzando i battiti,pensando di evidenziare poi tramite l analisi dell Holter questa ischemia,se effettivamente presente.Dopo una corsa di circa 20 minuti ho iniziato ad avvertire come uno svenimento,mi sono fermato subito e seduto sul divano avevo nausea e vertigini,senza avere dolori al petto.
In quella fase l Holter ha registrato questo:
Una fase di tachicardia sinusale a 152 bpm.
Nelle 24 ore:
ritmo sinusale con mantenuto andamento circadiano,
rara exstrasistolia s-v prematura,
4 b.e.v isolati a due tipologie exstrasistoliche,
normale l analisi della fase di ripol.ventricolare.
Dopo di che sono andato da un'altro cardialogo che vedendo tutti gli esami e facendomi di nuovo l ecocolor doppler e LCG mi ha dato il numero di una psichiatra.Forse è tutto frutto della mia fantasia o forse no,rimane il fatto che il fastido c è,il senso di svenire anche.Forse un ecostress o una coronografia toglierebbe qualsiasi dubbio e mi farebbe passare anche l ansia che ormai è inevitabile.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'assenza di una precisa indicazione a sottoporsi ad esami non scevri di rischi come la coronarografia o ad un ecostress è del tutto inutile tanto per il clinico che per lei. Vista già la supervisione di un altro collega, e la probabile origine vagale e generalmente benigna della sua sintomatologia, forse è più utile un supporto psicologico più che medico.Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio.
Questa mattina ho avuto,diciamo,un altro attacco.
Ormai penso che se qualcosa di grave era in atto a quest'ora si sarebbe manifestato con sintomi più gravi anche se la situazione non è che sia migliorata ,anzi.
Sento questo bisogno di urinare soprattutto mentre stò dormendo e durante questi attacchi,urino acqua cioè il colore non è per niente giallo e il fastido all apparato dopo averlo fatto.
Questo senso di torpore generale,forse un intossicazione,un avvelenamento di qualcosa e questa debolezza mentale,questa tensione interna che non riesco a sfogare.
A volte ho come l impressione di non sapere quello che stò facendo,di impazzire,di ritrovarmi senza memoria.
Una domanda,i medicinali messi a mia insaputa dentro gli alimenti,per diciamo aiutarmi a smettere di fumare,possono dare questi sintomi?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la sua domanda è indicata più ad un detective che ad un cardiologo. E' impossibile risponderla, mi spiace.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Dottore la ringrazio ancora per la cortesia dimostrata.
Fossi stato al suo posto,vedendo questo tipo di domande,sarei sicuramente passato oltre mostrando completa indifferenza.
Quando si iniziano ad avere queste manie di persecuzione e queste paure per qualcosa che non esiste,forse,è ora di cambiare stile di vita,evitando di scaricare le nostre colpe sugli altri.
Cordiali saluti.