Utente 106XXX
Salve,
Una settimana fa mi masturbai e dopo masturbato senti un gran dolore ai testicoli e dentro alla vescica ed un senso di appesantimento.Questo dolore lo tengo da circa una settimana e cosi ho deciso di andaer dal mio medico di famiglia.Dopo una palpazione per vedere se i miei testicoli avevano qualche anomalia ha detto che non tenevo niente e dovevo fare attenzione alla masturbazione e cosi per farmi alleviare il dolore mi ha dato le Nimesulid una volta al giorno per tre giorni.Ieri me la presi e si calmo quando stamattina mi è rivenuto.Ora il mio dubbio è se questo è un tumore ed e una cosa pericolosa
oppure è una mia fissa mentre invece e una cosa da niente?
Grazie
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
quando si masturba tende a frenare o ad ostacolare l'eiaculazione? Se il fastidio continua suggerirei una valutazione specialistica (Urologica o Andrologica). Direi che non vi sono motivi per arrivare ad ipotizzare la presenza di un tumore!
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Si quando mi masturbo tendo a frenare l'eiaculazione ma non solo una volta anche altre volte e dopo l'ultima masturbazione che ho eseguito mi e venuto questo dolore ai testicoli in particolare al dx.Come ho detto prima sento una sensazione di appesantimento e guardando i vari siti ho visto lo stesso sintomo che tengo nel tumore ai testicoli e cosi mi metto paura di avere codesto tumore. Allora la mia domanda è: Questo può sospettare un tumore oppure questo dolore,questa sensazione di appesantimento è data dalla masturbazione? E per quanto tempo puo durare? Gentilissimi i dottori che mi risponderanno
Gentilissimi
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
le suggerirei di evitare di bloccare/arrestare l'eiaculazione; direi che questa manovra è la principale imputata dei suoi disturbi.
[#4] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Salve
Per prima cosa vorrei ringraziare il Dr. Pescatori per le informazioni è stato gentilissimo però le volevo dire da quando le ho fatta questa domanda l'appesantimento dei testicoli si è tolto mentre per il dolore rispetto all'altra volta si è alleviato però lo tengo ancora ed ho notato che da circa una settimana urino giallo cioè quando urino la mattina è gialla ma nel corso della giornata la faccio un po chiara mentre e da circa una settimana che urino dello stesso colore cioe gialla.Ora la mia domanda è questa...Questo è sempre causato dalla masturbazione e quindi ci vuole un po di tempo per togliersi oppure e qualcos' altro?
Spero che mi rispondiate
Grazie in anticipo
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Direi che le variazioni di tonalità del color urinario non hanno nulla a che vedere con frequenza e modalità di masturbazione.
[#6] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
E allora da cosa è dato ancora questo dolore. Cioe e normale questo dolore?
[#7] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Come le ho già detto, per una definizione ulteriore del suo caso le consiglio una valutazione urologica o andrologica.
[#8] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Pero non ce da ipotezzare di un tumore? Oppure ci sono delle probabilità che sia un tumore?
Mi scusi per le continue domande che le faccio e solo che mi metto un po paura e vorrei evitare queste disgrazie
Cordiali Saluti
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

come già le è stato scritto il suo quadro clinico non sembra portarci subito a pensare ad un "tumore", i sintomi non sono questi!

Segua le indicazioni già ricevute e date dal collega Pescatori e consulti , senza perdere altro tempo, un esperto andrologo.

seguendo.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com