Utente 410XXX
Salve, non so se il termine "ipotermia" è esatto, e non so nemmeno se la branca specialistica è quella della cardiologia, se così non è vogliate scusarmi.
Mia madre misurando per puro caso la febbre un anno fa si è accorta di avere una temperatura corporea di 35 gradi. Non ci ha fatto caso più di tanto, ma in questi giorni l'ha misurata di nuovo, ed è ancora più bassa, stamattina addirittura 33 e qualcosa, dopo pranzo invece 34. Lei non accusa però nessun sintomo, non ha freddo, né debolezza, accusa solo qualche dolore alle gambe. Le ultime analisi generali fatte qualche mese fa non segnalavano nulla di particolare, fra qualche giorno le dovrebbe rifare.
Cercando in internet mi sembra di aver capito che l'ipotermia è più che altro una situazione momentanea, in cui il corpo si trova in seguito ad un assideramento o comunque una causa ben precisa. In mia madre invece sembra sia una situazione costante e "normale". Da cosa può dipendere? si può parlare di ipotermia?
Grazie,
Marco
[#1] dopo  
Dr.ssa Provvidenza Fodale
24% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Ogni organismo regola la propria temperatura corporea secondo livelli personali, nei quali si distingue un minimo ed un massimo approssimativo. Non si può stabilire subito seoi livelli da Lei riferiti siano nella noema in relazione a Sua madre. Le consiglio, anche se i valori da Lei riferiti fossero nella abitualità per la stessa, di controllare la funzionalità tiroidea e l'equilibrio glicemico, come pure la funzionalità ipofisaria. Si rivolga, nel caso di esiti anomali, ad un endocrinologi