Utente 106XXX
Gentili dottori, circa 10 giorni fa, alla fine di un rapporto, ho notato una piccola bolla sotto il glande che mi impediva il normale riposizionamento dello stesso. Pensando ke la cosa fosse dovuta dalla forte intensita' del rapporto ho tralasciato un po' la cosa. dopo due giorni pero' questa bolla è diventata sempre piu' grande e ho deciso di andare da un andrologo per farmi vedere. il venerdi' vado dal dottore e mi dice che è un trauma, che questa "bolla" è piena di siero e che se ne dovrebbe rientrare entro una 15na di giorni, poi mi da una pomata, reparil gel, da applicare 3 volte al giorno. Oggi a distanza di una settimana, noto ke la bolla è ormai piu' del doppio del glande, anke se rispetto ad una settimana fa si è molto ammorbidita. alla base del glande sono presenti come delle ferite, e ogni tanto trovo macchie di sangue aggrumito e pus! questa sorte di palla di siero, è diventata molto pesante e ho paura che anche il pene ne possa risentire in quanto si trova sempre teso verso il basso dal peso della stessa. La pelle del glande è diventata molto secca e tende a spellarsi... da premettere che oggi torno dall'andrologo, vorrei sapere secondo voi a cos'è la cosa migliore da fare nel mio caso. certo di una vostra risposta, porgo a tutti i miei piu' cordiali saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
...dato che oggi va dall'Andrologo ci faccia sapere l'interpretazione del quadro da parte di chi avrà la possibilità di valutarla direttamente.
Attendiamo suoi aggiornamenti.
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori,
è con mio immenso dispiacere commentare oggi, quanto sia stata scarsa l'osservazione del mio andrologo... il quale mi aveva diagnosticato un trauma al glande! I fatti sono questi, venerdi ritorno dal mio andrologo, e costatando il peggiorare della situazione mi invita a farmi visitare al pronto soccorso dall'urologo. Ieri mattina mi reco al pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli, l'urologo (bravissima persona, dispetto del mio andrologo,) mi diagnostica una parafimosi inveterata. Nel pomeriggio stesso sono stato operato d'urgenza, per l'asportazione di questa parafimosi, e mi sono stati applicati 10 punti di sutura! Oggi, (domenica) sono stato dimesso, devo fare una cura di Augumentin x 6 giorni, lavaggi locali con balanil x 10 giorni, e repanase x 15 giorni. dopo di che' devo tornare in ospedale per operarmi alla fimosi vera e propria! Con questo non sto a generalizzare o a buttare fango sulla categoria, ma il mio andrologo, e spero solo il mio, ha sbagliato una diagnosi ke agli occhi dell'urologo pareva impossibile da credere!
Certo di un vostro commento, porgo a tutti i miei distinti Saluti
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
...che dire? La diagnosi di parafimosi non dovrebbe lasciare dubbi!