Utente 698XXX
Salve,
Sono un uomo di 31 anni, soffro da sempre di stipsi, inoltre negli ultimi anni mi è stata riscontrata una dermatite seborroica. Consumo quotidianamente frutta e verdura e faccio saltuariamente sport. Periodicamente, circa una volta al mese accuso gonfiore addominale, stipsi, che nei giorni successivi sfocia in mal di testa, lesioni del cavo orale, malessere generale, aumento dei sintomi della dermatite e nei casi più gravi febbre. Risolvo periodicamente grazie ai lassativi, ma il problema si verifica nuovamente dopo qualche settimana in modo ciclico. Dalle analisi del sangue non risultano anomalie ad eccezione del valore RBC di 5.41H [10^6 / microL]. E' possibile che un deficit del sistema immunitario in qualche modo provochi tali sintomi? O è più plausibile che la stipsi e la fermentazione delle feci provochi un abbassamento delle difese immunitarie e quindi una maggiore facilità di contrarre raffreddori, febbre, lesioni del cavo orale, ecc.. ?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
la stipsi e' solo un problema meccanico (peristalsi inefficace in rapporto al tipo di feci). le feci dello stitico si fermano, vengono disidratate e diventano chimicamente inerti (non fermentano).

Gli altri problemi, sui quali un medico "alternativo" andrebbe a nozze col concetto di disbiosi, possono o non possono avere relazione con il funzionamento intestinale.

Non si puo' tirar fuori una teoria unificatrice che abbia la pretesa di spieare tutto. Io mi concentrereri sulla igiene alimentare (vegetali, fibre, idratazione, attivita' fisica, regolarita' evacuatoria) per mettere a punto una strategia anti-stipsi. Se la strategia funziona, cosa gia' buona di per se', poi vedra' lei se i problemi persistono o recedono.