Utente 107XXX
Salve ho 25 anni e volevo esporvi il mio problema:
Ho difficoltà a raggiungere l'erezione senza adeguati stimoli, una volta raggiunta la perdo facilmente se non stimolato e su cio'influisce molto anche la posizione assunta che a differenza di quanto si possa pensare non è quella in piedi ma sdraiato. La qualità delle mie erezioni è variabile anche se non ho capito quale sia la causa di questa variabilità, per dirla in un linguaggio non medico ci sono giorni buoni e altri non buoni.

Questo problema persiste da svariati anni nei quali comunque sono riuscito ad avere una vita sessuale abbastanza normale (nonchè rapporti sentimentali importanti e duraturi di svariati anni) alternando momenti buoni in cui mi sentivo bene sotto questo punto di vista, ma non a livelli che mi soddisfacessero pienamente, ed altri un pò meno e tutto ciò mi ha sempre portato a rimandare e al non affrontare questo problema, anche se in fondo questo problema mi ha sempre turbato un pò nonostante abbia un carattere molto sereno.

Io penso che la causa di tutto sia stato un semplice trauma, una semplice contusione che ho avuto alcuni anni fa(ancora non abbastanza maturo per affrontare un problema così imbarazzante) precisamente all'inguine,proprio a circa 2 cm a sinistra del pene (credo sia l'osso pubico) che mi ha provocato dolore locale per una decina di giorni e poi niente piu.Penso che sia questa la causa in quanto ho iniziato a riscontrare tutto ciò proprio dopo quell'evento, anche se in modo graduale e discontinuo, mentre prima avevo una risposta pronta,immediata e duratura anche a semplici stimoli.

Sottolineo che non ho mai fatto uso di farmaci anche se questa idea e da qualche giorno nella mia testa vista la facile reperibilità di quest'ultimi ma rimanderei solamente il problema.

Secondo il vostro parere questo mio problema può essere dovuto a questo evento descritto?in caso affermativo come può essere classificato (oraganico, nervoso, ecc) e cosa più importante che prospettive ho di risolverlo rivolgendomi di persona ad un andrologo?

Ringrazio anticipatamente per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il trauma riferito,probabilmente,non ha avuto un ruolo centrale nel determinare il disagio sessuale riferito.Infatti la saltuarieta' della sintomatologia non si giustificherebbe ed il problema sarebbe costantemente persistente.E' chiaro che solo un consulto presso un esperto andrologo puo' confermare o smentire quanto ipotizzato.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la tempestività della risposta, mi sto già attivando per seguire il suo consiglio di un consulto di persona.Volevo cortesemente chiederle se ha mai trattato casi di traumi che abbiano causato questo disagio e se attraverso un cosulto/visita è facilmente determinabile.Ci sono possibilità di risolvere questa tipologia di problema in tal caso?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...in trenta anni di professione dedicata unicamente alle problematiche della
genitalita' maschile riproduttiva e sessuale,ritengo che quanto da Lei esposto non possa costituire un "caso particolare",per cui La invito nuovamente a non precipitare un quadro clinico che credo essere meno complicato di quanto tema.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio sentitamente per la risposta e per la sua pazienza.