Utente 100XXX

egregio dottore, mi dispiace disturbare, ma ho letto tutte le risposte dei consulti ma non ho trovato il mio argomento: Ho 68 anni, sono in pensione e sono abbastanza in buona salute, tranne il fatto che è quai un anno che soffro di dolori alle natiche, un pò più su, un pò più giù, ma sempre lì, dopo 3 o 4 minuti che cammino, ho un forte dolore che mi devo fermare, poi mi passa, non è neanche necessario sedermi, ricomincio a camminare, e di nuovo dopo pochi minuti mi devo fermare per il dolore: il mio medico mi ha fatto fare prima la lastra alla schiena, poi la risonanza, e non è risultato nulla che non sia compatibile con l'età, gli esami del sangue hanno evidenziato una ves a 34,glicemia, colesterolo, trigliceridi, tutti nella norma, HDL 41, mi ha anche fatto fare un ecodoppler alle gambe, ma anche questo è risultato negativo, ora ho una visita ortopedica prenotata al 25 di luglio, ma se fossi almeno sicuro che si tratta di ossa e non di circolazione, io andrei anche a pagamento per averla prima. Cosa mi potete dire? Il medico che mi ha fatto l'ecodoppler mi ha ipotizzato un problema all'aorta addominale che forse non irrora bene i muscoli quando se ne richiede la necessità, una elettromiografia ai muscoli delle natiche,e infine, anche se i sintomi non sono classici, una radiografia alle anche. Preciso che non ho alcun tipo di dolore, da nessuna parte se giro per casa, salgo sulla scala, faccio lavori di ogni genere, sollevo pesi, sto bene a letto, e seduto, l'unica cosa è che faccio una vita da pensionato, piuttosto sedentaria, ma se so di fare bene, certamente cambierò le mie abitudini e farò passeggiate: Non avrò semplicemente i muscoli delle natiche un pò atrofizzati dal poco movimento? Il mio medico pensa ad un'artrite reumatoide. Grazie per la risposta.distinti saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

sarebbe opportuno per una valutazione più accurata, considerando comunque il mezzo che stiamo utilizzando computer-internet, avere il referto dell'ecocolordoppler.
il fatto che il suo medico si sia orientato per una patologia che non rientra nella chirurgia vascolare, va preso comunque in seria considerazione. ma senza altre informazioni non posso esserle di aiuto.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Con tutti i limiti già richiamati di una valutazione a distanza, mi permetto di sottolineare che un approfondimento sulle condizioni dei vasi addominali (aorta, a.a. iliache) può essere opportuno; cosa che d'altra parte le è già stata consigliata.
Qualora dagli accertamenti in corso non emergesse alcunché di rilevante, potrebbero essere indicate una ecografia ed eventualmente una angioTC.
[#3] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
gentili dottori, vi sono estremamente grata della rapida risposta, e vi ringrazio. Dunque, il risultato dell'ecocolordoppler è molto sintetico: ASSI ARTERIOSI AAII NELLA NORMA.Dunque sono state esaminate solo le arterie e non le vene? Queste potrebbero fare la differenza? Mi sono dimenticata di dire che Ogni due anni eseguiamo un ecodoppler alle arterie carotidee per la presenza di piccola placca non stenosante, e a maggio dovremo eseguire il prossimo controllo, e questo da una diecina d'anni e finora la situazione sembra stabile. Allora eseguiremo questi controlli all'aorta, iliache ecc, e nel contempo che esame consigliate per le anche? Inoltre la sola ves a 34 ci potrebbe far pensare all'artrite reumatoide, come pensa il mio medico?Come ho già riferito, tutti gli altri esami del sangue sono nella norma, se c'è qualcosa che vorreste sapere di preciso, vi prego di indicarmelo.L'elettromiografia ai muscoli no? Inoltre non sappiamo se è bene nel frattempo insistere a camminare oppure no.grazie mille ancora.
[#4] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

il referto che lei riporta, sembra non segnalare patologie a carico dell'asse vascolare dell'aorta addominale, probabilmente come ha suggerito il collega nel post successivo al mio, il suggerimento di eseguire angio-TC potrebbe essere condiviso, sempre con i limiti legati allo strumento che stiamo utilizzando (computer-internet).
capisco quindi perchè il suo medico si sia orientato per uno studio elettromiografico e delle anche.

per quanto attiene ad una presunta diagnosi di artrite reumatoide, francamente alzo le mani, in quanto non di mia competenza. la presenza di una ves a 34 sta a significare sempre che venga confermata da una prelievo successivo che esiste una "infiammazione" in corso, che dovrebbe essere approfondita.

la ringrazio in anticipo qualora volesse tenerci informati.

cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
gentile dottore, il referto dell'ecocolordoppler che vi ho inviato è relativo alle sole gambe, da quello si capisce che non c'è alcun problema all'aorta addominale? perchè quello non lo abbiamo ancora fatto. Inoltre il medico che ha fatto l'ecodoppler ha consigliato l'esame all'aorta, e un elettromiografia, e in seguito alle anche, ma il mio medico è del parere che non si tratti di un problema circolatorio ma nel contempo ha escluso le anche perchè sostiene che i sintomi non corrispondono, e ha pensato ad una artrite reumatoide. A dirla proprio tutta, facciamo fatica a chiedere esami diversi da quelli che esulano dalla sua diagnosi,per cui ci ha mandato da un ortopedico che vedremo a luglio, ma se è necessario andremo anche a pagamento, l'importante è capire se è un problema circolatorio o ortopedico. Inoltre, scusate se insisto, potete darmi un parere sul fatto che nel frattempo è consigliabile insistere sul fatto di camminare, magari ogni volta un minuto di più , oppure no? E in tutti questi esami le vene non c'entrano? grazie, spero che mi risponderete ancora, poi vi farò sapere dopo gli esami. distinti saluti
[#6] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

c'è stato un malinteso avevo interprestato la doppia a per aorta addominale. è ovvio che dovrà completare l'esame come richiesto. direi che l'asse vascolare venoso potrebbe essere escluso dalla caratteristica dei sintomi che lei descrrive. in effetti la sua sintomatologia potrebbe far orientare per un problema vascolare di tipo ostruttivo arterioso con una claudicatio, cioè la sintomatologia dolorosa che compare durante la deambulazione. direi, sempre in relazione alla grande limitatezza del mezzo che stiamo utilizzando internet-computer, che non ci sono controindicazioni alla deambulazione, è ovvio che, come sta già facendo, quando avverte dolore, si ferma riposandosi.

la ringrazio in anticipo qualora volesse tenerci informati.

cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009

gentilissimo dottore, grazie mille per la pazienza, spero che al più presto riusciremo a fare questo ecodoppler dell'aorta addominale,e, francamente non so se sperare che ci sia qualcosa oppure no. <le farò senz'altro sapere appena avremo il referto. La saluto molto cordialmente
[#8] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
rimaniamo in attesa.
cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009

Gentile dottore, sono già di ritorno e le sto subito scrivendo perchè sono veramente senza parole. Siamo stati dal dottore oggi pomeriggio, e gli abbiamo portato in visione sia gli esami del sangue che l'ecodoppler alle gambe, e, come prevedevamo in sostanza non c'è nulla che possa collegarsi col dolore alle natiche in deambulazione. Gli abbiamo riferito il suggerimento del dottore dell'ecodoppler(controllo dell'aorta-iliache, e, in caso negativo, la radiografia alle anche. Non ritiene che si possa trattare di ciò. Dunque niente di tutto questo.Come se non bastasse ieri mattina mio marito(è di lui infatti che stiamo parlando) si è svegliato con un notevole dolore al dorso della mano destra, proprio all'attaccatura del polso, con impedimento perfino a svitare il tappo della bottiglia, o a guidare. Ha già il pollice dolente da mesi, alla mano sinistra, ma abbiamo rimandato perchè c'era questo problema più importante. Quindi, dopo un pò di parole, ci ha prescritto sia le lastre alle due mani, sia una radiografia al torace???!!!. Alla mia stupita domanda su cosa c'entrasse il torace con le natiche, lui ha risposto che se lo proponeva c'era un motivo. Me lo sapreste gentilmente spiegare voi? Inoltre, potrebbe esserci un collegamento il dolore alle natiche con entrambe le mani? Potrebbe forse trattarsi di una malattia sistemica di tipo circolatorio, o neurologico o muscolare? o altro? Comunque siccome non vogliamo aspettare i tempi delle asl, abbiamo deciso lunedì di andare in istituto radiologico a fare la lastra del torace, così sappiamo subito e poi andiamo avanti. Infine il dottore ha detto che ci deve riflettere e che ci farà sapere qualcosa tra qualche giorno perchè non sa cosa pensare. noi siamo veramente veramente scoraggiati. Grazie per la vostra pazienza.
[#10] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

alzo le mani non posso esserle di aiuto.
non posso sapere il motivo che ha spinto il suo medico curante a richiedere una radiografia del torace. è per questo che dico che il sistema che stiamo utilizzando è estremamente limitato e che la visita medica diretta risulta unica ed insostituibile.
cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Credo che il suo Medico curante volesse fare riferimento a quelle sindromi che accompagnano malattie polmonari con sintomi a distanza apparentemente non collegati.
[#12] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
gentili dottori, mi rifaccio viva dopo quasi due mesi perchè c'è voluto un pò di tempo per la radiografia al torace, e inoltre è sopravvenuta una influenza piuttosto lunga e fastidiosa. Desideravo aggiornarvi sulla situazione: la lastra al torace ha evidenziato un'accentuazione dell'interstizio peribroncovascolare e modeste bozzellature dell'emidiaframma dx. Nulla che possa spiegare il dolore alle natiche in camminata. Abbiamo chiesto poi perchè avesse chiesto questo esame e ci ha detto che aveva pensato ad una possibile neoplasia. Per fortuna non è. Però vi ho scritto perchè ancora una volta vi chiedo il vostro parere: Dal momento che : ha scartato l'ipotesi che si trattasse delle anche, radiografia e risonanza alla schiena sono risultate negative, ecodoppler alle gambe (senza le iliache) negativo, per esclusione ha diagnosticato una fibromialgia (dato che ha dolori anche alle maniche sono risultate artrosiche con osteoporosi) con la seguente cura: 30 mg al giorno per 20 giorni di cortisone. Abbiamo richiesto ancora una volta l'ecodoppler dell'aorta addominale, ma lui pensa che non c'entra ASSOLUTAMENTE NIENTE, ma sinceramente non ce la sentiamo di intraprendere una cura così senza avere la certezza di una diagnosi, non abbiamo neppure una radiografia al bacino, per cui abbiamo una mezza idea di cambiare medico, e di fare una lastra al bacino a pagamento, e portarla ad un ortopedico, oppure fare sempre a pagamento una ecodoppler all'aorta addominale, insomma continuare accertamenti fino ad una diagnosi precisa. Abbiamo fatto a pagamento anche un'esame dei minerali nei muscoli, il calcio è risultato 7,4 il valore minimo è 8,4. per favore mi dite qualcosa? Non c'è un medico specialista che lo farebbe camminare su un tapis-roulant e con qualche congegno applicato alle natiche scopre che succede all'interno di esse? Insomma, noi pensiamo che se fosse roba di ossa gli farebbe male da subito, non dopo 3 o 4 minuti di camminata: Grazie e scusate la lunghezza
[#13] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Credo che una ecografia dell'aorta addominale ed eventualmente un'angioTc siano indicate.
[#14] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

denari spesi per la salute sono sempre ben spesi ma se c'è una regia alle spalle.
mi spiego meglio come lei ha già accennato radiografie del bacino esami del calcio etc etc. se eseguite con una vostra indicazione potrebbero risultare inutili e quindi dannose per le vostre tasche.

pertanto non entrando nella vostra decisione o volontà di cambiare il medico curante. vi consiglierei qualora aveste deciso di cambiarlo di andare dal nuovo, il quale si farà una idea e vi prospetterà un percorso diagnostico personalizzato in relazione ai suoi sospetti diagnostici. condivido comunque la proposta del mio predecessore, sospettando problemi di ordine vascolare.
[#15] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
gentilissimi dottori, vi ringrazio molto per la vostra risposta, e farò come mi avete consigliato, andremo dal nuovo dottore a cui esporremo il caso e vediamo cosa ci consiglierà. naturalmente è mio desiderio di tenervi al corrente, se non disturbo troppo,per ora vi ringrazio e vi saluto caramente
[#16] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
la ringraziamo qualora volesse tenerci informati.

cordiali saluti
[#17] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottori, dopo quasi un anno sono di nuovo qui a disturbarvi perchè più o meno tanto ci è voluto per eseguire tutti gli altri esami, e cioè ecodoppler aorta addominale e rifatto anche le gambe e le iliache, (a pagamento), non sto a scrivervi letteralmente le diagnosi, perchè sono assolutamente negative, ha solo una piccola placca alle carotidi della gravità del 10%, da tenere sotto controllo: il dottore che ha fatto questi ecodoppler ci ha mandato dal reumatologo, il quale dopo una visita accurata ci ha ordinato una ecocardiogramma normale e sotto sforzo, il primo è ok, il secondo non è riuscito a completarlo per dolori ai muscoli delle gambe (bicicletta), poi ha fatto prove respiratorie, e infine elettromiografia alle gambe. Tutto ok, tranne l'elettromiografia, ove i nervi risultano "invecchiati" funzionano il 10% in meno. Ora dobbiamo andare dal neurologo, nessuno ci ha ordinato l'angioTC. Nel frattempo il percorso a piedi va sempre peggio, e ora non riesce a fare nemmeno 50 passi senza che venga il dolore, sempre alle natiche, e si deve fermare: spero che il neurologo ci trovi la soluzione, nel frattempo vi chiedo: cosa ne pensate? Potrebbe essere un problema di cervello? I dolori alle mani potrebbero essere collegati? Grazie, attendo con fiducia
[#18] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

mi stupisco del tempo che ha impiegato a fare tutte quelle indagini. credo che il ssn ci entri poco.

il fatto che la sua autonomia sia ridotta in questo breve periodo di tempo mi fa pensare che forse le indagini precedentemente richieste dovrebbero essere eseguite.

abbiamo già citato i limiti di una valutazione a distanza e qui si inserisce anche un altro fattore quello della distanza del tempo!!.

gli specialisti che sta utilizzando saranno certamente all'altezza della situazione.

ci tenga informati.

cordiali saluti
[#19] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore, grazie mille per la pronta risposta, ma non mi aiuta molto. Il tempo trascorso per tutti questi esami non dovrebbe stupirla, perchè per ognuno occorre un paio di mesi di attesa, tranne quello privato, e poi è intercorso anche del tempo che ci siamo presi per riflettere e decidere dove e da chi andare. Il peggioramento è avvenuto in quasi un anno, e il tutto è iniziato 3 anni fa: non ho capito inoltre a quali indagini precedentemente richieste si riferisce, forse all'angioTC? Allora il suo parere è che si tratti sempre di circolazione? E non di problemi neurologici? Capisco che non si possa sbilanciare data la distanza, ma le chiedo per cortesia un suo parere, anche indicativo che ci apra uno spiraglio di fiducia, io comincio a pensare fortemente che arriveremo sulla sedia a rotelle, inoltre per l'angioTC mi dovrò rivolgere di nuovo al privato, dato che nessuno dei medici interpellati ce lo ha proposto.. Per favore si soffermi sugli esami fatti e mi dica un suo parere......
[#20] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

non era mia intenzione innescare una polemica, ma semplicemente che le indagini eseguite un anno fa potrebbero non essere attendibili ora, vista la modificazione del quadro clinico, purtroppo in questo caso peggiorativo.

non è la distanza purtroppo che non mi permette di sbilanciarmi ma il fatto che non abbia personalmente visto e valutato il caso.

questo non è assolutamente un tentativo di invitarla al mio studio bensì delimitare anzi limitare il nostro contributo ahime visti i mezzi che utilizziamo, al loro reale ruolo.

la mia "sensazione" è che potrebbe esserci uno spazio per uno problematica vascolare.

ma come lei comprende i limiti sensitivi si schiantano contro la realtà delle osservazioni dei colleghi che hanno in cura il soggetto.

affidatevi con fiducia ai colleghi che stanno facendo il massimo.

cordiali saluti e tenetemi informato
[#21] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
gentile dottore, sono contenta che già mi ha risposto, e siccome sono in ansia perchè ho un pò paura, invece di aspettare domattina, ho guardato ora se c'era già la sua risposta e.. l'ho trovata. <ok, noi ci affidiamo ai colleghi con fiducia, e ora l'ultima spiaggia è la visita neurologica che avverrà ai primi di settembre, perchè tutti gli esami che ci hanno chiesto di fare li abbiamo fatti, e con essi andremo da lui. Speriamo bene, ma non ho molta fiducia che si risolva il mistero, e ne avrei ben donde, dato che a cominciare dal medico curante che, fatta la risonanza alla schiena, ha prescritto 20mg al giorno di cortisone diagnosticando una fibromialgia, per eliminazione, che ovviamente noi non abbiamo preso in considerazione, a finire all'ortopedico che ci ha prescritto l'acido alfalipoico per 3 mesi, che abbiamo fatto, o al fisiatra che ha detto che non c'era nulla nelle ossa o nei muscoli: Siamo stati noi ad andare dal reumatologo che ci ha mandato dal neurologo......dal momento che dalla chirurgia vascolare non è uscito nulla....
Io ho paura che mio marito vada a finire su una sedia a rotelle e allora veramente sarà troppo tardi... le farò sapere..grazie mille L'ecografia dell'aorta addominale è stata fatta, negativa, l'unica cosa che non abbiamo fatto è l'angioTC, ora speriamo che me la prescriva il neurologo, altrimenti è dura chiederla al medico curante,che ormai si è dichiarato fuori
[#22] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
aspetto vostre novità

cordiali saluti
[#23] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009

Gentilissimi dottori,

Finalmente dopo tanto vagare il medico neurologo a cui ci siamo finalmente rivolti (Potete rinfrescarvi la memoria sulla mia storia) ha escluso un problema neurologico ma ha sottolineato ancora una volta che si trattava di un problema vascolare, ma questa volta ha scritto direttamente al medico curante, al quale ho chiesto ripetutamente nel passato l'angio tac a voce, e lui non ha ritenuto opportuno eseguirla dal momento che l'ecodoppler era negativo(l'abbiamo fatto due volte), ma davanti alla richiesta quasi perentoria, mi ha finalmente prescritto l'angioRM alle iliache e aorta, ed è venuto fuori che ENTRAMBE le iliache SONO OTTURATE AL 90%:!! Avevate ragione, ma io ho trovato un muro, mi ha fatto fare un mucchio di esami inutili, è passato del tempo, anni, abbiamo fatto tutte le specialità, solo perchè l'ecodoppler era negativo, non siamo andati oltre: Ma perchè l'ecodoppler era negativo? Per fortuna il neurologo non si è fermato ed è andato oltre : Il 10 gennaio farà l'angioplastica e speriamo bene, che non sia passato troppo tempo e l'ostruzione è troppo dura, insomma, mi vengono un sacco di pensieri, non riesco più ad aver fiducia: Vi ringrazio infinitamente, vi terrò informati se permettete: Distinti saluti
[#24] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

aspetteremo le sue notizie.

le auguriamo una pronta guarigione e tanti auguri.