Utente 100XXX
Salve,sono una ragazza di 21 anni.
Due giorni fa mi accorsi di avere prurito nella zona superiore del fondoschiena(dove inizia poi la schiena),e bruciore,non ci feci caso e mi grattai.Il giorno dopo la zona era tutta rossa e con delle specie di piccole bollicini,bruciava di più.Oggi sono andata dal medico(il fastidio era intanto cresciuto),lui mi ha detto di essere il cosidetto fuoco di sant antonio,per fortuna ha luogo lì e non in volto e per fortuna è ancora "piccolo",unendo indice a pollice si ha circa la grandezza attuale.
Mi ha dato come terapia cycloviran da mettere ogni 4 ore e brivirac brivudin,da prendere una volta al giorno.
Mi ha detto che non è contagioso,ma cercando tra alcne informazioni in internet ho letto che lo è,vorrei sapere lei cosa ne pensa.E poi,non mi verrà in altre parti del corpo?Nonostante la terapia arriveranno lo stesso la rottura di queste bollicine e poi le seguenti croste?Si allargherà o andrà a guarire?una volta guarito rischio che possa ritornare?la rignrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
può leggere questo post
Cordialità
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=45034
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per avermi inserito la precedente risposta alle continue domande della signora,,,ma le mie erano più semplici e meno disordinate,,,
In ogni caso,,,le risposte le sto avendo giorni per giorni attraverso il decorso della mia stessa infezione,,,alcune bolle sono scoppiate,,,e in alcune zone c è gia "pelle pulita",,,ma zero croste,,,
sto mettendo l unguento alle
9
13
17
21
e poi ricomincio il giorno dopo,,,e l antivirale una volta al giorno,,,
da altre persone che lo hanno avuto sono venuta a conoscenza che non solo può tornare ma si può presentare in altre parti del corpo,nonostante la prima volta l ho avuto lì,,,questo non mi rassicura,,,lo vorrei proprio evitare,,,
So che ora sono nel pieno del contagio visto che le bollicine stanno evolvendosi,,,
la ringrazio in ogni caso e le volevo chiedere,un vaccino non esiste?qualcosa che può bloccare questo circolo?
ancora buona sera.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
il virus herpes zooster -varicella è detto così perchè entra nell'organismo quado si contrae la varicella , e da quel momento rimane "nascosto" nei gangli sensitivi, che sono a vari livelli.
In occasione di abbassamento delle difese immunitaria , per una miriade di fattori stressogeni, il virus si può riattivare , e percorrendo l'assone nervoso , sfiocca quindi sul territorio cutaneo di pertinenza.
Capirà dunque che per lei il vaccino non ha senso , perchè il virus è già nascosto in lei , in posizione irraggiungibile dagli anticorpi.
Conviene invece , in caso di nuovo episodio (possibile), intervenire precocemente con farmaci antivirali.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
mi scuso per la stupida domanda sul vaccino,intendevo in vero un altra domanda,ovvero,una volta guarita,non sviluppa degli anticorpi come fanno i virus?
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Certamente vi è uno sviluppo di anticorpi, tanto e vero che la recidiva non è frequente, e vi è necessità di un abbassamento della vigilanza immunitaria , come avvienne per eventi stressanti per l'organismo (per non parlare degli stati permanente di immunodepressione , che non è il caso).
Cordialità