Utente 107XXX
buongiorno sono un ragazzo di 21 anni, ho incominciato ha soffrire di eiaculazione precoce a 17 anni quando ho avuto il mio primo rapporto sessuale. inizialmente il problema si manifestava solamente durante i rapporti sessuali mentre da qualche tempo a questa parte mi succede di continuo la notte semplicemente facendo sogni erotici e anche senza sognare niente, non ho rapporti sessuali da parecchi mesi ormai e riconosco di essere in uno stato di profonda depressione che mi ha portato ad isolarmi praticamente da tutti, sono sempre stato un ragazzo molto chiuso che non riesce e esternare i propri sentimenti ed a avere un dialogo adulto ed ho sempre avuto pauraa mettermi in gioco. questa solitudine mi è molto nociva sto incominciando anche a parlare da solo ha avere forti mal di testa e a litigare con tutti. io sono gay ma ho sempre vissuto questa cosa in modo aperto e tranquillo, il momento in qui l'eiaculazione precoce e a volte retrograda e peggiorato è coinciso a quando ho incominciato a notare che mio padre ci provava con me ho bisogno di aiuto chi mi devo rivolgere di reciso?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi pare una situazione alquanto complessa sia sotto il profilo relazionale, sia sotto quello medico, sia sotto quello famigliare.
Direi che è necessario comunque un apporto integrato fra diverese figure: un andrologo, per valutare se il suo problema eiaculatorio sia fisico o psicogeno, uno psicoterapeuta per aiutarla in questo periodo brutto, ed eventualmente si rivolga ai servizi sociali lei direttamente o tramite il suo medico di base, per il problema paterno.
Faccia sapere se vuole.