Utente 107XXX
SAlve,

lo scorso anno durante l'annuale visita aziendale, mi è stato riscontrato qualcosa al cuore. Il medico mi aveva riferito di sentire qualcosa che poteva sembrare un soffio, ma per sicurezza mi ha suggerito di eseguire un' ecocardiografia. Il risultato dell'esame ecocardiografico è stato:"Ventricolo sx di normali spessori e volumi; FE conservata, cinetica regionale omogenea. Ventricolo dx normale per dimensioni e cinesi. Aneurisma del setto interatriale senza evidenza di comunicazione al color doppler. Altri parametri morfologici e funzionali nella norma".
Il medico mi ha rassicurato, ma vorrei comunque chiedere:
- è qualcosa di grave o di cui dovermi preoccupare;
- Ci sono controindicazioni per l'attività sportiva (comunque a livello non professionale o agonistico, ma solo spinning, corsa, calcio)
- ho 31 anni; in futuro devo fare altri esami più approfonditi e comunque con l'avanzare dell'età ci possono essere delle evoluzioni negatnive.

Grazie per l'attenzione e in anticipo per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'anomalia anatomica riscontrata (aneurisma del setto interatriale) quando non presenta ulteriori alterazioni, come potrebbe essere un eventuale difetto del setto interatriale con anomala comunicazione tra le sezioni destre e sinistre del cuore, è da considerarsi una variante benigna della normalità, cosa pertanto che le permette di svolgere una attività sportiva non agonistica. E' ovvio che almeno ogni 3-5 anni deve sottoporsi ad un ecocardiogramma di controllo.
Saluti