Utente 342XXX
Buon pomeriggio,
il mio compagno ha effettuato esame in oggetto; lui ha 29 ani e nessuna malattia di rilevanza; potreste gentilmente fornirci delucidazioni sull'esito dell'esame, causa assenza momentanea del medico curante?
Premetto che abbiamo deciso di effettuare tale esame, visto che cerchiamo prole da 2 anni e mezzo senza alcun esito; il mio ginecologo dice che non ho alcun problema, vista anche una IVG pregressa.
Di seguito dettagli:

VISCOSITA' FISIOLOGICA
LIQUIFICAZIONE COMPLETA 30
PH 8
COLORE BIANCO
VOLUME 2.6

CONCENTRAZIONE SPERMATOZOI 50 MIL.
CONTA TOTALE SPERMATOZOI 130 MIL

MOTILI 48%
MOTILITA' AGITATORIA IN LOCO 12%
MOTILITA' PROGRESSIVA LENTA 28%
MOTILITA' PROGRESSIVA VELOCE 8%

VITALITA' SPERMATOZOI 55%

SPERMIOCITOGRAMMA

FORME NORMALI 9%
FORME ANOMALE 91%

DISTRIBUZIONE ANOMALIE

TESTA 62%
TRATTO INTERMEDIO 21%
CODA 17%

TERATOZOOSPERMIA

INDICE DI TERATOZOOSPERMIA 1,60
INDICE DI DEFORMITA' SPERMATICA 1,46

ELEMENTI LINEA GERMINATIVA RARI
LEUCOCITI NUMEROSI
ERITROCITI RARI
CELLULE EPITELIALI -

GIUDIZIO:

PIOSPERMIA
ASTENOZOOSPERMIA MEDIA
TERATOZOOSPERMIA MEDIA

Vi saremmo grati se ci deste delucidazioni e consigli.
Grazie in anticipo.
2 Innamorati

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice,

purtroppo quando c'è un problema maschile in ballo il ginecologo non è il referente giusto.

Il quadro seminale da lei inviato presenta il sospetto di un problema infiammatorio delle vie seminali ed una collaterale riduzione della motilità e della morfologia normale degli spermatozoi.

Rifatto l'esame del liquido seminale, se la dispermia sarà confermata, poi bisognerà consultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana che valuterà la situazione clinica complessiva di suo marito per cercare di capire la causa o le cause del problema ed impostare poi, se possibile, una terapia mirata.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2007
Gent.ma Dr. Beretta,

innanzitutto le sono grata per la celerità nel risponderci, avremmo solo bisogno di capire se per noi sarà possibile avere figli in modo naturale o se dovremo rivolgerci alla fecondazione assistita; ovviamente, seguiremo il suo consiglio di ripetere l'esame; con quale intervallo è meglio ripetere l'esame, soprattutto per non comprometterne l'esito?

Grata della sua disponibilità.
2 Innamorati
[#3] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2007
Mi perdoni...erroneamente o digitato "Gent.ma" iso "Gent.mo".....
Scusi
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

già dopo 15-30 giorni dal primo esame, se non ci sono stati problemi clinici nei due mesi precedenti, è possibile ripetere senza ansie un esame del liquido seminale.

Il laboratorio che ha fatto l'esame mi sembra aggiornato ed attendibile.

Sulla fertilità di una coppia poi purtroppo solo un esame del liquido seminale non ci permette di fare prognosi esatte.

A questo proposito, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

le possibilità di ottenere una gravidanza "naturale" con un liquido seminale del genere può essere ritenuta possibile dopo una visita andrologica, ripetizione dell'esame seminale e di altri eventuali esami richiesti dallo specialista, e possibile terapia per migliorae evntuali anomalie.
A Varese potrete trovare valide competenze
cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

rifatta la valutazione andrologica a suo marito poi ci aggiorni, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mi Dottori,
vi ringrazio per l'attenzione rivolta alle nostre domande, e soprattutto, vorrei chiedere maggiori informazioni al Dr. Pozza relativamente alle strutture "valide" alle quali poterci rivolgere a Varese;
potrebbe segnalarcene qualcuna o la migliore, visto che siamo di quella zona?
Un infinito grazie a tutti voi che svolgete il vostro lavoro con infinita attenzione verso il prossimo.

2 Innamorati
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

per la scelta dell'andrologo, se posso darle anch'io un consiglio, chieda un parere al suo medico di fiducia, anche il nostro sito la può poi orientare ed eventualmente infine può sempre consultare pure il sito ufficiale della SIA (www.andrologiaitaliana.it).

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#9] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille Dr. Beretta,
tutte le vostre indicazioni sono per noi fonti importanti, visto che siamo a completo digiuno a riguardo.

Vi terremo informati sugli sviluppi...speriamo positivi.

Sempre grati.

2 Innamorati.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora,

bene! Noi a questo punto attendiamo vostre nuove!

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimi Dottori,
volevamo aggiornarvi brevemente sull'evoluzione della nostra situazione:

il medico curante del mio compagno gli ha prescritto una visita con l'andrologo (già prenotata per venerdì prossimo); inoltre gli ha prescritto degli antibiotici per curare la pseudo infezione renale, scesa probabilmente nelle vie urinarie/genitale, da prendere per 10 giorni;

ma, nel frattempo vorremmo chiedervi un parere sulla mia attuale situazione:
ciclo sempre regolare 28/30 giorni (anche dopo un intervento di corpo luteo emorraggico avuto a gennaio 2008), ma stranamente questo mese ho un ritardo di già 5 giorni oltre il 30° giorno.....
non vogliamo illuderci, ma sapendo di aver avuto da 2 anni e mezzo ad oggi rapporti NON protetti, credete sia possibile che sia accaduto un miracolo?????
Sottolineo non esserci sintomi premestruali, quali dolori ai reni, tensione addominale, pesantezza alle gambe, etc, ma solo seno molto gonfio, tra l'altro neanche dolorante tranne sui capezzoli....

Ci ripetiamo: non vogliamo illuderci, ma potrebbe esser possibile?!?!


Grati come sempre

2 Innamorati

p.s. Auguri di buona Pasqua a voi ed alle vostre famiglie!
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

tutto è possibile , mai dire mai, il suo uomo non era privo di spermatozoi e quindi......

Anche a lei comunque tanti auguri per una Felice Pasqua e speriamo bene....

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#13] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mi Dottori,

abbiam portato avanti il nostro percorso diagnostico, ed eccoci a darvene lettura per avere i vostri utili e, per noi, preziosi consigli/suggerimenti:

1° VISITA UROLOGICA
Anamnesi patologica generale
farmacoallergie:nega
tp domiciliare: nessuna
orchipessi sin

Anamnesi patologica urologica
viene per alterazione spermiogramma:piospermia,
astenoteratozoospermia media;
no disuria, attività sex regolare

Esame obiettivo
addome regolare
genitali esterni: ipotrofia testicolo sin.
no varicocele obiettivabile

INDICAZIONI
esame urine, urinocoltura, spermiocoltura, tampone
uretrale;
ecodoppler inguino-scrotale bilaterale
successiva rivalutazione urologica

2° ECOTOMOGRAFIA SCROTALE

Didimi in sede, il sinistro di 39mm di diametro
longitudinale massimo ed il destro di 41 mm di
diametro longitudinale massimo.
parenchima normoecogenoe normovascolarizzazione
intradidimaria.
Reflusso del plesso funicolare sinistro alla manovra
di Valsalva compatibile con varicocele di 1-2 grado
(cl. Hirch). Non falde di idrocele. Epididimi
bilateralmente normoecogeni e normovascolarizzati.

Il medico che ha eseguito il sopra descritto esame ha solo consigliato di procedere con i restanti esami prescritti; ma, potreste gentilmente spiegarci cosa significa quanto descritto?

Sempre grati.
2 innamorati.

[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

sembra ci sia un testicolo sinistro con un volume ridotto e probabilmente questa è una situazione secondaria alla pregressa storia della ritenzione testicolare e all'attuale presenza di un varicocele.

Tutti questi problemi ora dovranno essere rivalutati attentamente in diretta con il suo andrologo per decidere quali passi successivi fare soprattutto a livello terapeutico.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com