Utente 108XXX
Non ho il frenulo attaccato. Quando scopro il glande, il "bordo prepuziale" non rimane appena sotto il glande ma questo "bordo", tirando indietro la pelle, mi arriva quasi alla base del pene stesso. Sull'asta rimane una striscia, il frenulo slabbrato, che sporge.
Secondariamente, avendo troppa pelle "libera", quando infilo il preservativo, il "bordo" - che il frenulo dovrebbe far rimanere appena sotto il glande - mi arriva alla base. Quando lascio, la pelle vuole tornare al suo posto ed il preservativo si arrotola tra la pelle e l'asta, venendo praticamente risucchiato. Quindi, mi è difficile da mettere e quasi impossibile da usare.
Lo scorso lunedì 23/03/09, mi sono fatto visitare e l'urologo sospetta una prostatite (congestione pelvico-prostatica) che, dati i sintomi che mi sono stati descritti, ho almeno da 15 anni. Ho anche scoperto che quelli che ho sno i sintomi di infezioni al glande - balanopostite ed altre - che vanno e vengono anch'esse da almeno 15 anni. Dopo ecografia eseguita immediatamente per dolori, ha escluso idrovaricocele.Il consiglio del medico è stato di effettuare esami dello sperma (spermiogramma, spermiocolture e antibatteriogramma) e del sangue (cretianinemia, uricemia, IgG, IgA, IgM, PSA, PSA libero). Per risolvere definitivamente la parafimosi e le infezioni, mi ha consigliato, dopo che avrò risolto i problemi con la prostata, la circoncisione bassa e tesa, che si chiama anche circoncisione radicale sottocoronale.
Risultati degli esami. ALGIA TESTICOLARE DESTRA - Esame obiettivo: niente da rilevare - Ecografia scrotale: niente da rilevare - In attesa di spermiocoltura (probabile prostatite cronica).
ESAME SANGUE - Creatininemia: 0,9mg/dl; Uricemia: 5,7mg/dl; IgG: 1.150mg/dl; IgA: 338mg/dl; IgM: 89mg/dl; PSA: 1,08mg/ml; PSA Libero: 0,72mg/dl.
ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE - Aspetto: Normale; Viscosità: 2,1cm; Liquefazione: Non avvenuta; Volume: 1,2ml; Concentrazione: 51,0 milioni/ml; Ph: 7,6; Motilità progressiva rapida: 18% elementi mobili: Motilità progressiva lenta: 12%; Motilità non progressiva: 22%; Motilità assente: 58%; Normali: 21%; Note: 6 milioni di cellule rotonde in maggioranza costituite da spermatidi.
COLTURA DEL LIQUIDO SPERMATICO - Esame diretto - Trichomonas assenti; Granulociti neutrofili: assenti; Miceti: assenti; Batteri: assenti. Esame colturale - Sviluppo di colonie: assente.

DOMANDA: Un andrologo on-line mi dice che i valori degli esami dello sperma denotano una congestione pelvico-prostatica. L'urologo che mi ha visitato mi ha prescritto PELVILEN per 30 giorni (due compresse al dì), mi ha detto che non risulta niente ma non perché mi faccia male il testicolo ed io abbia pruriti in cima al glande e sensazioni di "punture" nell'uretra. Il mio medico di base mi ha prescritto un'ecografia prostatica transrettale e la coltura del secreto prostatico estratto al meato uretrale tramite massaggio prostatico (che aveva suggerito l'andrologo on-line). Secondo voi, cosa ho e cosa posso fare? Aiuto!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore, ...
-lo spermiogramma, nella modalità in cui ce lo trasmette, non ha elementi per far pensare ad una "congestione pelvico-prostatica" (che è difficile da diagnosticare senza visita), ma denota un ridotto volume eiaculato e una ridotta motilità;
-non ho compreso come lo specialista cui si è rivolto ha pensato di trattare la situazione glande/prepuzio.
Cercando ulteriori suggerimenti anche da "noi" rischia di confondersi ancora di più le idee invece che chiarirsele. Le suggerisco di selezionare con attenzione un UNICO referente (idealmente Urologo o Andrologo) con cui avere un rapporto diretto, non via mai.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

sono un po' perplesso per come è stato affrontato il suo problema ( fimosi o frenulo breve).
Non capisco cosa possano dirci le ricerche sulle Immunoglobuline e come mai si sia arrivati a diagnosi di prostatite, congestione pelvico prostatica ( diagnosi non facile da fare anche direttamente..) balanopostite.

Anch'io sono dell'avviso di cercare un solo referente medico specialistico a cui affidarsi evitando le troppe consulenze dirette o online.
Si possono prendere anche solenni fregature!!
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Lo specialista cui mi sono rivolto ha pensato di trattare la situazione glande/prepuzio in maniera che reputo frettolosa. Non ho il frenulo breve né un restringimento del prepuzio. Io sto messo così:

http://img401.imageshack.us/gal.php?g=dscf0490.jpg

Ho chiesto allo specialista di circoncidermi, perché mi pare che tenere il glande scoperto mi migliori la situazione. Secondo lui, non ho niente, benché, oltre
ai pruriti ed alla sensazione di punture, mi siano venute delle macchie rosse ed una specie di "brufolo" sul glande (c'è del liquido dentro). E questi eruzioni cutanee, pruriti e punture, ripensando al passato, li ho ciclicamente da molti anni!!!

Mi pare che il Pelvilen stia facendo qualcosa per il dolore al testicolo destro.

L'urologo che mi ha visitato sospettava una prostatite, ipotesi non verificata, secondo lui, dagli esami. Il ridotto volume eiaculato e la ridotta motilità, secondo lui, non esistono... dice che va tutto bene.

Il mio medico di base, persona che stimo moltissimo, per tagliare la testa al toro, mi ha prescritto una ecografia transrettale della prostata e la colture del secreto prostatico.

Sarebbe mia intenzione, farmi visitare presso altra struttura ospedaliera, sempre pubblica, per avere due pareri di medici che mi hanno visto.

Concordo che il parere on-line faccia solo confusione.

Grazie a tutte per le risposte date e per quelle che verranno.