Utente 101XXX
Salve, vi riporto qui l'altro consulto che avevo effettuato presso di voi :)

Salve,
Sono un ragazzo di 20 anni, lievemente asmatico, da circa un anno soffro di un persistente dolore all'emicorace sx. Provo una sensazione quasi di pesantezza nel lato sx e il dolore aumenta se si esercita una pressione in quella zona (anche sullo sterno), aumenta anche se inspiro ed espiro profondamente.
Ho fumato per circa un anno, ma mai eccessivamente, mantenendomi sempre sulle 6-7 sigarette al giorno, considerando anche una pausa dal fumo durata circa 4-5 mesi, ora fumo 3-4 sigarette alla settimana cercando di smettere definitivamente.

A giugno del 2008, dopo una visita dal mio medico curante mi vennero prescritte le analisi del sangue (che sono risultate perfette) e secondo il mio medico era un affaticamento muscolare dovuto allo stress.

3 mesi fa ritornai dal mio medico curante per lo stesso motivo (anche se per tutta l'estate il dolore era scomparso...) perchè riaccusai i sintomi verso ottobre... Il medico ha effettuato al visita sia ai polmoni che al battito cardiaco e tutto risulta essere nella norma. Il motivo di tali dolori è risultato essere sempre lo stesso.



Due giorni fa mi sono recato in ospedale su consiglio di un amico per effettuare degli esami in quanto il dolore ancora nn è passato...

Ho effettuato una visita cardiologica, ecg, ecocuore, analisi del sangue e raggi al torace.

il battito è risultato regolarissimo ed il cuore più che in forma...
le analisi sono perfette, l'unico difetto era il fosforo a 4.1 ma mi hanno detto che è solo leggermente alto in quanto fino a 4.5 è ottimale...
il referto dei raggi è stato che non ci sono lesioni ai polmoni e non ci sono versamenti pleurici in atto.

insomma sembrerebbe tutto ok ma questo dolore non vuol passare :(

volevo fare due domande stupide :P
nel caso in cui fosse stato un tumore ai bronchi o polmoni si sarebbe visto dai raggi giusto?
perchè avverto anche un leggero sibilio nelle respirazioni profonde oltre al dolore al torace... ma proprio leggero che sento solo io...

inoltre mi è stato detto che potrebbe essere motivato dal fatto che dopo aver smesso di fare piscina (fatta per 8 anni) la massa muscolare si sia adagiata e ho bisogno di riprendere...

si è pensato (anche se in giovane età) ad un principio di artrosi...

Vorrei i vostri pareri a queste 3 ultime domande, anche se magari stupide :)

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
cercherò di rispondere in maniera quanto più adeguata possibile alle sue domande.
La radiografia del torace è in genere diagnostica per alterazioni di natura tumorale polmonare.
La percezione di alcuni sibili nel corso delle respirazioni è perfetttamente normale.
Il dolore toracico può dipendere effettivamente anche da un'iniziale, ma con basse probabilità, processo degenerativo artrosico.
Cordialità,
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
ho capito... quindi si può escludere un dolore di origine tumorale vero?

inoltre visto che il dolore è particolarmente forte alla mattina subito dopo il risveglio, e alla sera (il pomeriggio a volte persino scompare) potrei fare qualcosa per allievare tale dolore?