Utente 156XXX
Gentili medici
chiedo cortesemente la vostra attenzione in merito ad un problema diagnosticato come chelite irritativa da un dermatologo del quale desidero precisare ho grande stima;il problema dura da circa un mese e sembra un po in crescita,forse è la reazione dell'organismo;ho 5 millimetriche bollicine angolari alla bocca che sembrano a volte piene di pus biancastro a vote secche che sto trattando con una pomata essex crema base ma credo non dia risltati almeno ad oggi,è controindicato utilizzare la crioterapia per eventuali cicatrici?
Grazie cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
La cheilite angolare rappresenta un problema molto comune e di non facile gestione, in quanto l'ambiente caldo umido che si crea agli angoli della bocca, talora contribuisce alla macerazione del tessuto con conseguente infiammazione (cheilite irritativa). In questi casi il dermatologo indagherà sulle possibili cause, sia di natura infettiva (es. cheilite angolare da candida), sia di natura non infettiva (es. cheilite eczematosa da contatto, cheilite psoriasica, cheilite atopica, etc). Alcune creme, essendo acquose, possono contribuire a macerare ulteriormente i tessuti. In questi casi le paste all'ossido di zinco e le polveri all'ossido di zinco possono rivelarsi molto utili per il loro potere adsorbente, anche se da sole risolvono raramente il problema. La terapia per la cheilite irritativa va pertanto programmata al momento della visita in base alla situazione in atto e con farmaci mirati. Con la visita di controllo presso il Suo dermatologo di fiducia sarà possibile valutare accuratamente il Suo caso e programmare una terapia specifica. Cordiali saluti.