Utente 168XXX
salve, ho 17 anni compiuti il 27 giugno.....ho problemi con lo sviluppo genitale....mi spiego....ho maturato i peli, sia pubici che sul petto, alle gambe, che intorno all'ano....quasi completato lo sviluppo della barba e dei baffi.....purtroppo però il pene ed i testicoli tardano a svilupparsi, cioè entrambi non hanno ancora raggiunto la completezza dello sviluppo 8per esempio non ho ancora avuto una eiaculazione)....come mi devo comportare? mi sento a disagio soprattutto con i miei amici......pensate sia tutto nella norma oppure c'è qualcosa da approfondire?? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
stai giustamente intraprendendo la strada giusta, cioè quella della consapevolezza del dubbio e quindi della ricerca di un controllo e di una rassicurazione in merito al procedere del tuo sviluppo in generale e genitale in particolare.
Essendo tu minorenne, non puoi compiere da solo questa strada, ma devi farla insieme ad i tuoi genitori. Parlare con loro è in assoluto la prima cosa da fare.
Può essere difficile o no, dipende dal rapporto che esiste fra te e loro. Ma è inevitabile. Non direi che è il caso di attendere oltre.
Ti attendono alcune visite cliniche, dosaggi ematici ed esami strumentali. Niente di impossibile o trascendentale. Quindi coraggio.
Da parte mia affettuosi auguri.
Prof.Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
ma può darsi che sia un normale ritardo oppure c'è da preoccuparsi??
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
via e-mail la Sua domanda non può avere risposta.
Segua il consiglio di parlarne con i Suoi famigliari e quindi con il Medico di fiducia.
Attendo notizie.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 16865,

può essere normale avere lo sviluppo puberale tardi risptto ai coetanei od avere un ritardo del completamento di tutte quelle modificazioni fisiche e genitali che portano alla condizione "adulta".
Al di là di parlarne ai genitori, veda di parlarne con il suo medico di famiglia che valuterà a quale specialista o struttura indirizzarla per chiarire tali dubbi.
cari saluti
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
solo per chiarire, LEI E' MINORENNE.
Quindi dal medico di famiglia, sia pure per un banalissimo colloquio, da solo non ci può e deve andare.
Ed il Medico poi, nemmeno ci dovrebbe parlare con Lei senza la presenza dei Suoi genitori.
Ma insomma, questo benedetto codice deontologico lo vogliamo o non lo vogliamo rispettare.
Se io sapessi che mio figlio minorenne viene visitato da un Medico e spedito da uno Specialista senza il mio consenso, la prenderei davero male, ma molto male...anche in senso legale!
Segua il consiglio che Le ho dato.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
salve....ieri sera o provato a masturbarmi ed in effetti ho avuto una eiaculazione normale....a questo punto credo che lo sviluppo sia soltanto ritardato, cioè sono "venuto" però ancora c'è lo sviluppo completo dei testicoli e del pene....credo a questo punto di essere solo un pò in ritado....che dite?
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
certo ...quello che ci dice rasserena il clima...perchè è successo qualcosa di veramente importante e rassicurante per l'integrità del Suo apparato riproduttivo.
Ma ciò non toglie che un'eiaculazione sia pure normale (ma Lei è in grado di definirla tale?) non rassicura definitivamente sul perfetto sviluppo genitale consono all'età...
Rimango della mia idea. Lei dovrebbe sottoporsi alla prima visita Andrologica della Sua vita. Le assicuro che non se ne pentirà.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
segua il consiglio del prof Martino ne sarà più sereno dopo
[#9] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
salve sono passati 10 mesi da quando ho scritto il primo messaggio...e non è cambiato niente...sto x compiere 18 anni e non nascondo che il fatto di non ancora aver compiuto mi pone non poco a disagio...in gita dovevo fare i salti mortali per non farmi vedere in mutande...con i miei genitori avrei imbarazzo a parlare di un argomento del genere...chiedo solo se sia possibile collegare il fatto del mio ritardo al fatto che sono affetto da sindrome di kawasaki (che quindi riguarda il cuore)...inoltre chiedo se in ogni caso può esserci un ritardo nello sviluppo che può portare a maturare sessualmente finoltre i 18 anni...grazie
[#10] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

posso capire la sua ritrosia a parlarne con i suoi genitori.
Un sistema ci potrebbe essere parlando di questi problemi con il cardiologo che la segue per le sue problematiche cardiologiche, magari chiedendo un consiglio su quale medico poter consultare
cari saluti
[#11] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
capisco l'imbarazzo nel mettere al corrente del problema i Suoi genitori...ma non può e sottolineo NON PUO' non parlarne con un Medico. La situazione potrebbe avere miglioramenti veramenti notevoli a patto di effettuare gli accertamenti necessari e le terapie idonee. Perchè non sfruttare questa potenzialità che la Medicina Le mette a disposizione? Si scelga un Medico di Sua completa fiducia e, se lo desidera senza coinvolgere la Sua famiglia, ne segua i consigli. Mi creda non vi sono altre possibilità. Continuando così non vedo una prospettiva incoraggiante per il futuro. Non vorrei spaventarLa oltre il dovuto, ma metterLa in serio allarme si.
Mi faccia sapere l'evoluzione della cosa.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO