Utente 895XXX
buongiorno ho 32 anni e mi è stata riscontrata un'ernia inguinale
Per completezza farò un'ecografia del canale inguinale e del basso addome
La domanda è l'ecografia va eseguita in posizione distesa, in piedi o in particolari posizioni sotto sforzo?

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
La diagnosi di ernia si basa essenzialmente sull'esame clinico (visita) effettuato da un Chirurgo, che ha una "sensibilità anatomica" maggiore ed è in grado di porre con attendibilità la diagnosi nella stragrande maggioranza dei casi.
L'ecografia a mio parere fornisce dati a volte fuorvianti generalmente nel senso di una sovrastima della presenza di ernie. Andrebbe eseguita con particolari manovre (ponzamento, M. di Valsalva) che servono a "stressare" le porte erniarie favorendo l'impegno di visceri all'interno di un'ernia non immediatamente evidente. Proprio nel discrimine tra fisiologico e patologico sta, sempre a mio parere, il limite di questa metodica che andrebbe riservata a casi selezionati.