Utente 627XXX
Salve ho 40 anni, ieri ho fatto un ecocardiogramma per il fatto che ultimamente ero sempre affaticato e in certi momenti facevo un po' fatica a respirare (come se l'aria che inspiravo non bastasse)
Il medico, già auscultandomi prima dell'esame, ha sentito un prolasso (cosa che mai nessuno aveva sentito, sono stato diverse volte al pronto soccorso per tachicardia e mi hanno detto che erano attacci di panico).
Il risultato è stato:
PROLASSO VALVOLARE MITRALICO CON INSUFFICIENZA MITRALICA MODERATA-SEVERA
il dottore mi ha detto che non è grave, ma è da tenere d'occhio facendo un ecocardio una volta all'anno.
Ma la cosa che mi ha sconvolto è stata il fatto che non posso fare sport.
Io ero abituato a fare un'oretta alla settimana di nuoto (leggero) e qualche mezz'oretta di corsa, veramente non posso più fare niente ?
Ci sono altri esami che potrei fare per vedere meglio la situazione ?
Un'altra cosa che mi preoccupa, siccome ho sofferto di attacchi di panico e problemi di ansia, se ho qualche sintomo non posso più distinguere se si tratta di ansia o se la causa è il mio problema alla valvola...
Inoltre cosa mi puo' succedere se peggiora ?
grazie1000

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il prolasso valvolare mitralico è una anomalia anatomica della valvola mitralica, spesso congenita e manifestantesi talora solo in età adulta con sintomi quali dispnea ed aritmie. E' anche vero che se tale anomalia si accompagna ad una insufficienza valvolare di grado moderato-severo come riscontrato dal collega, ciò in effetti non le consentirebbe di svolgere un'attività fisica di certo rilievo per il rischio di incrementare il suo affanno. Tuttavia se è vero che tali sintomi possono essere trattati farmacologicamente, è anche vero che tale valvulopatia è curabile chirurgicamente con interventi sempre più mini-invasivi. Prima peò, di giungere a tale conclusione, sarei del parere che lei si recasse ad un centro cardiologico universitario o ospedaliero provvisto di cardiochirurgia per un corretto approfondimento diagnostico del caso. Saluti
[#2] dopo  
Utente 627XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, dopo due mesi dal primo esame ho consultato un cardiologo e ho fatto anche l'ECG sotto sforzo.
L'ECG è risultato normale quindi non ha evidenziato nulla di anomalo, il cardiologo mi ha tranquillizzato dicendo che posso fare tranquillamente sport, le uniche cose fa fare sono:
- un controllo una volta all'anno (Ecocardio)
- profilassi antibiotica prima di ogni intervento (anche la pulizia del dentista) per prevenire l'endocardite

adesso sono abbastanza tranquillo
grazie di tutto
[#3] dopo  
Utente 627XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, dopo mesi che stavo abbastanza tranquillo, ultimamente mi capitano spesso episodi di affanno (fatica a respirare) non accompagnati da altri sintomi solitamente dopo mangiato ma a volte anche a digiuno e mi dura tutto il giorno (o tutta la notte), ho escluso che sia ansia perchè anche prendendo 20 goccie di Lexotan non è passato.
Può essere dovuto alla mia insufficienza mitralica ?
Devo anticipare la mia ecocardio di controllo annuale ?
grazie
saluti
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Effettui casomai una visita di controllo.
Saluti