Utente 108XXX
Salve,
premesso che sono al corrente che per scoprire di essere infetti da HIV ci vuole il test (e il coraggio di farlo) e premesso che i sintomi di un eventuale contagio sono aspecifici e/o assenti quindi è difficile se non inutile formulare ipotesi o diagnosi precise, vorrei un consulto sul mio "caso":
nell'agosto 2006 ho avuto un rapporto con una prostituta (chiaramente non so se lei era infetta).
Il rapporto è stato breve con penetrazione vaginale protetta, sesso orale (da parte di lei) protetto MA sesso orale (da parte mia) NON protetto.
A fine ottobre 2006, a seguito di leggeri sintomi influenzali ho assunto una cibalgina + uno spry nasale (in passato è capitato di prendere aspirine senza effetti collaterali)..la sera stessa ho avuto una fortissima epistassi e nelle ore seguenti ho cominciato ad avere una severa forma di orticaria (con febbre)..il numero di pomfi (grossi e numerosi, sulla nuca, sul viso, sulle braccia, sul tronco..nel periodo peggiore avevo febbre molto alta anche).
Il numero di pomfi aumentava ogni giorno e dopo 1 settimana ho iniziato la cura giornaliera con cortisone+antistaminici (e alcuni day hospital)...nell'arco di questo periodo, quando l'effetto del cotisone svaniva i pomfi tornavano (a volte insieme ad angioedemi sulle braccia)
Andando avanti con la cura le "bolle" spuntavano sempre di meno fino a sparire del tutto nell'arco di un mese circa.
Il medico che mi ha curato ha parlato di "Presudo-Allergia da FANS" e mi ha obbligato a non assumere piu'FANS.

Considerando le premesse, vorrei chiedere:

1) Quel rapporto sessuale avuto è stato molto rischioso per un contagio HIV?

2) I sintomi di orticaria/angioedema cosi' severa possono ricondursi alla sieroconversione da HIV?

3) Se la reazione allergica fosse stata per colpa dell'HIV sarebbe guarita con cortisone + antistaminici?

4) La diagnosi del dottore (tra l'altro un famoso immunologo che spesso parla su RaiDue) ovvero "pseudo allergia da FANS" si basa su dati di fatto (chiaramente ho fatto parecchi prelievi di sangue e visite in quel periodo) oppure si basa solo sul fatto che ho avuto un'orticaria con angioedema dopo aver preso la cibalgina e quindi "potrebbe trattarsi di una allergia" (in passato mai avuto reazioni allergiche a FANS comunque..).

Appena trovo il coraggio vorrei fare il Test HIV ..nel frattempo attendo con ansia un vostro cortese riscontro in merito.
Grazie mille.

Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
L'allergia dipende da una serie di reazioni immuni (cioe' mediate da anticorpi IgE o IgG o da linfociti T), ecco perche' gli allergologi sono anche immunologi.

La pseudo allergia invece si presenta anche lei con pomfi, pruriti, asma ecc., pero' il rilascio finale dei mediatori istaminici questa volta non e' colpa degli anticorpi ma e' colpa di certe reazioni enzimatiche nel metabolismo dei leucotrieni.

I leucotrieni sono mediatori dell'infiammazione e non a caso le reazioni pseudo allergiche sono tipicamente causate dagli antiinfiammatori non steroidei. E' tutta roba che ha a che fare con la farmacologia e non con le infezioni. Quindi perde significato ogni tentativo di correlazione con l' HIV.

A questo punto la vera domanda diventa se la diagnosi di pseudo allergia era corretta o no, con le segg. implicazioni: se la diagnosi e' corretta allora vengono meno le speculazioni sull' HIV, se invece e' sbagliata allora si puo' proseguire a speculare.

Ora, la speculazione e' affascinante ma e' dei filososfi, mentre i clinici sono per lo piu' gente mechanica. Cioe' alla fine se a uno quello che gli interessa veramente e' l'HIV, allora fa il test per l' HIV, non perde tempo e non fa perdere tempo con le speculazioni sulle pseudo allergie.