Utente 108XXX
Buonasera sono una signora di 55 anni. Soffro di ipertensione da circa 7 anni,da quando sono in menopausa e da allora ho preso diverse pillole e attualmente ho la neo.lotan plus (1 compressa)al di. La mia ipertensione e' purtroppo ballerina e oscilla a volte da 120/80 a 200/96, come ieri sera che sono andata al pronto soccorso con diagnosi:crisi ipertensiva in ansiosa e con terapia tranquiritt 20 gtt.Tutto e' iniziato con un forte rossore e calore al collo e senso di mancamento e battiti veloci (erano le 23.00, ero in bagno e mi stavo per recare in cucina per lavare i piatti, non stavo pensando a niente in particolare se non appunto ad ultimare le mie mansioni domestiche). Devo anche precisare che durante la giornata invece di aver preso l'intera pillola ne ho preso solo metà. Il mio medico(dibase) mi ha prescritto dropaxin da iniziare con 10 gocce fino a 40 per 2 mesi: io sono contraria a questa cura poichè sono contraria agli ansiolitici, e questa terapia mi sembra particolarmente aggressiva. Non c'e' qualche altra alternativa? Sono contraria anche perchè non mi ritengo ansiosa e non ho mai avuto attacchi di panico nè sofferto di depressione e simili,(queste sono le patalogie per combattere le quali il suddetto prodotto ha efficacia, ed esiste), pertanto non sono convinta che la causa della mia ipertensione sia l'ansia. Peso 50 kg. h.1,58, sono una persona allegra, solare, sono felice della vita che ho. In inverno smetto di fare attività fisica, vado in bici solo sporadicamente mentre in estate nuoto molto.La mia famiglia non mi definisce affatto ansiosa, piuttosto molto attiva e dinamica e forse magari un po' stressata dagli impegni quotidiani. Forse dovrei assumere uno stile di vita diverso con meno stress anche eventualmente facendo yoga, non so. Vorrei anche sapere se in Sicilia c'è un buon centro in cui fare adeguati accertamenti relativi alla mia patologia. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta e colgo l'occasione per porgerVI cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, un adeguato controllo cardiologico in un soggetto iperteso ma mal controllato farmacologicamente, richiede obbligatoriamente oltre ad analisi del sangue per valutazione dei parametri emocromocitometrici e del profilo glicometabolico generale, esami strumentali quali ECG, ecocardiogramma colordoppler ed eventualmente Holter pressorio. Si rivolga poi ad un centro cardiologico di studi per l'ipertensione universitario o se vuole ospedaliero, ove penso possa trovare una adeguata competenza al suo problema.
Saluti