Utente 170XXX
Gentile Dottore,
io e mia moglie stiamo cercando di avere un bambino da tre anni. Mia moglie ha una leggere sindrome da ovaio policistico.
In data 23/03/06 ho effettuato uno spermigramma dal quale è risultato n°spermatozoi/ml pari ha 20 mil di cui il 5% rap. progressivi, 35% lentamente progressivi. Le forme normali erano pari al 25%, gli spermatozoi capacitati 1 mil. Mi è stato riscontrato un modestissimo varicocele (0-1 stadio di reflusso).
Dopo una cura di 20gg di Tentral 600 e Prefolic 15 la situazione non è migliorata (da più spermiogrammi effettuati anche precedentemente, sto notando peraltro una continua diminuzione del n° di spermatozoi - da 64 mil di ottobre 2004 agli attuali 15 mil).
Dato lo scarso successo della precedente, mi è stata prescritta una cura a base di bioarginina (un flacone al dì) e Flumicil 600 (2 capsule al dì) per un min di 3 mesi.
Posso sperare in un miglioramento?

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
Cordiali saluti
Stefano.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
credo che la cosa più sensata sia quella di capire perchè c'è un calo continuo degli spermatozoi piuttosto che assumere farmaci aspecifici sperando in un miglioramento. Non perdete del tempo prezioso, la durata della ricerca di prole è già piuttosto lunga.
Se il varicocele è davvero modestissimo esistono altre vie diagnostiche per cercare di spiegare la riduzione della qualità seminale.
Ne parli con l'Andrologo che la segue.

Un cordiale saluto


[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
concordo con le indicazioni datele già dal collega sulla necessita di non perdere altro tempo con una terapia non mirata e sulla necessità di capire l'eventuale causa o cause del suo problema. Comunque , se desidera avere più informazioni su questo tipo di problematiche , le consiglio la facile lettura del manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" CIC edizioni internazionali, Roma.
Auguri ed un cordiale saluto
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Quanto costa acquistare questo benedetto libro?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
le curiosità venali del collega credo potrebbero portarlo ad una libreria . Non fa che bene leggere qualcosa ogni tanto.
Un cordiale saluto a lei e al collega.
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
lungi da me l'idea di acquistare quel libro...
Volevo solo cercare di capire la "tiratura" del volume...
deve essere altissima...vista la costante e martellante pubblicità offerta all'Autrice (che presumo affascinante se no non si spiega...) dal Collega BERETTA, al quale ricambio i saluti con simpatia.
A Lei Utente, ancora un affettuoso saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2006
Innanzitutto Vi ringrazio per le Vs risposte.
L'andrologo che finora mi ha seguito non mi ha più prescritto ulteriori esami.
Pertanto ho prenotato una visita a settembre con un altro medico. Mi sapreste indicare tuttavia quali tipologia di esami è possibile effettuare in casi come il mio?
Tra l'altro il centro di sterilità c/o il quale siamo in cura avrebbe consigliato a mia moglie una stimolazione ormonale già a partire da settembre....a questo punto non so se convenga aspettare.
Grazie ancora.
Stefano.
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sono d'accordo con Lei per quanto riguarda la decisione di consultare un altro Specialista. Ma, a questo punto, diviene conseguenza inevitabile attendere l'esito della visita e le successive decisioni diagnostiche e terapeutiche del Collega che La vedrà.
Non mi pare il caso di avventurarsi in esami clinici e strumentali, magari costosi, sulla base di un'autoprescrizione.
Direi che attendere settembre non modifica di una virgola l'attuale situazione.
Affettuosi saluti a Lei ed a Sua moglie.
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
sono daccordo con il Collega Prof. Martino.
Ha fatto bene a cambiare Specialista; a questo punto senta lui che iter iagnostico-terapeutico propone.

Un cordiale saluto
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
anch'io le confermo i consigli dei colleghi. Nel frattempo , se ce la fa , si documenti , cerchi di avere più elementi per valutare il futuro andrologo che consulterà.
Ancora un cordiale saluto.