Login | Registrati | Recupera password
0/0

Gastrite cronica antrale con iperplasia foveolare

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009

    Gastrite cronica antrale con iperplasia foveolare

    Salve
    ho da poco effettuato un gastroscopia con biopsia per problemi di stomaco che ho da anni.Sono state effettuate anche le analisi per la celiachia. Questi i risultati della gastroscopia:
    Esofagite di grado A in sede precardiale
    Ernia jatale da scivolamento. Mucosa gastrica in aspetto variegato in antro come per gastrite cronica.
    Bulbo indenne
    Seconda porzione duodenale con modesta rarefazione del disegno plicale 3105.
    Questi i risultati della Biopsia della II porzione del duodeno e Stomaco antro diffuso:
    Mucosa duodenale caratterizzata da lieve e focale accorciamento dei villi, orletto a spazzola ben rappresentato, assenza di rarefazione ghiandolare e modesto aumento della quota linfocitaria (CD 3+) intraepiteliale (circa 20 IEL/100EC)
    Gastrite cronica antrale con iperplasia foveolare. H.p assente
    Anticorpi anti-transglutaminasi 5U/ml intervallo di riferimento inferiore a 25

    Sono in attesa dei risultati degli anticorpi anti-endomisio e anti-gliadina ed a maggio effettuerò comunque una visita gastroenterologica per valutare tutti i risultati.
    Inoltre specifico che negli ultimi 3 anni ho effettuato diverse volte dei test di intolleranze alimentari da naturopati. Mi è stat sempre riscontrata una intolleranza a lattosio e al glutine molto forte, tale l'ultima volta da avermi indotto a procedere per indagini più specifiche sulla celicahia.
    Per questo motivo negli ultimi 3 anni ho assunto quantità di glutine decisamente modeste ed ho ripreso ad introdurlo regolarmente solo 1 mese e mezzo prima di effettuare tutte le indagini.

    Le mie domende sono le seguenti:
    - Posso escludere una diagnosi di celiachia anche in fase iniziale ?
    - Devo attendere i risultati degli altri anticorpi ?
    - L'aver seguito per molto tempo una dieta povera di glutine può aver influenzato le indagini effettuate?
    - Mi consiglia di effettuare altri esami più arrpfonditi ?
    - E' bene che in futuro io effettui altri controlli per celiachia ?
    - I miei problemi sono di altra natura, dovuti alla gastrite ?

    Cordiali saluti e ringraziamenti



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 182 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2007
    la diagnosi di celiachia puo essere esclusa ma sarebbe comunque meglio attendere anche gli altri risultati ematici.
    si puo aver influito.
    un esame che escluda completamente la possibilità di essere celiaci è la tipizzazione genetica
    si, soprattutto se ci sono casi in famiglia o sintomi altamente sospetti
    i sintomi possono essere dovuti alla gastrite.
    spero di averla aiutata un saluto



    Dott M. Di Camillo
    Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Discussioni Simili

  1. Malessere generale e gastrite
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07/04/2009, 17:55
  2. Ferro e gastrite
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06/04/2009, 10:48
  3. Analisi del sangue per la gastrite
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 14/04/2009, 21:39
  4. Gastrite
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17/04/2009, 11:07
  5. Gastrite
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26/04/2009, 11:58
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,09        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896