Utente 109XXX
Salve!sono sposata da 8 mesi e 7 mesi io e mio marito stiamo cercando di avere un bimbo.Abbiamo provato tranquillamente senza crearci alcun problema fino a gennaio,dopo abbiamo iniziato a farci venire qualche dubbio io ho 24 anni mio marito 30,quindi diciamo che siamo entrambe in eta' molto fertile,ma questo non ci consola visto che non abbiamo riscontrato per ora alcun beneficio.Ho iniziato io con il fare una serie di esami del sangue visto che il mio ciclo da ottobre arriva ogni 60 giorni esatti,da qui abbiamo riscontrato che la mia prolattina era leggermente alta e il mio medico mi ha prescritto il dostinex,ora lo prendo da 2 settimane.Nel dubbio la dottoressa ha prescritto a mio marito l'esame dello sperma,e da qui inizia il vero problema,penso,perche' si e' riscontrato che sono presenti 65000 spermatozoi,di cui il 10% mobili dopo 2 ore,e l'8% normale e in alcune piccole aree agglutinazione.Giudizio:indice di fertilita' ridotta.Non le nascondo che siamo preoccupati,anche se abbiamo gia' prenotato una ecografia ai testicoli.Ora le chiedo:c'e' veramente da preoccuparsi? Quali altri esami possiamo fare?La ringrazio per la sua gentile attenzione.Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora, se uno spermiogramma porta la dicitura "indice di fertilità ridotta" è da gettare nel pattume. Pertanto: cerchi laboratorio che esegua lettura dello spermiuogramma secondo norme WHO 1999, faccia eseguire al marito due spermiogramnmi (è esame che fluttua) con 3 giorni di astinenza ciascuno, a 7-30 gg. di ditanza l' uno dall' altro. Poi consulti un collega. Quanto ai problemi grossi nascona qwuando le signore compiuono i 35 anni, che doppo quella età hanno bruschi cali di fertilità. Faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini, se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com