Utente 103XXX
vorrei chiedere a tutti i gentili medici se son possibili terapie per la disfunzione erettile neurogena..
a me è stato rilevata un problema neurologico dopo l'uso del penisbuilder
per terapia non intendo i vari viagra, ma terapie per rigenerare o stimolare i nervi a guarire!
poi chiedo al dott. moschini, che consultero certamente a breve... visto che l'andrologia non è finora riuscita a far nulla per me... se una volta chiarito il suo dubbio che la mia disfunzione sia dovuta alla presenza di possibili agenti patogeni istaurati con l'uso dell'apparecchio...se non son presenti i microrganismi..e quindi la disfunzione è chiaro che è neurologica...che cosa si puo farre per i nervi danneggiati?
lei dott moschini ha terapie efficaci per queste lesioni?
grazie chiunque interverra

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

certo, l'uso improprio degli estensori potrebbe determinare problemi al pene ma è abbastanza difficile che si possano determinare lesioni neurologiche.
Agenti patogeni con l'uso dell'estensore ???
Lasci perdere tali banalità !!
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro Signore,
una lesione neurologica dall'uso di estensori è una cosa molto curiosa. E' stata fatta eventualmente una attenta indagine supportata da una mirata valutazione neurologica tramite potenziali evocati sacrali? Pensare ad un problema legato a microrganismi portati dall'apparecchiatura poi è molto fantasioso. Non cadi dalla pentola nella brace!
Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
mi chiedo chi Le possa aver dato le notizie che riferisce...Colleghi? O magari una ricerca in Rete?
Il fine degli estensoti penieni, poco salutare in verità, è solo quello di incrementare il conto corrente di chi li produce e prescrive.
Affettuosi saluti e occhi aperti...
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  


dal 2008
grazie a tutti i prof. intervenuti...
il punto è questo..la lesione data dal penisbuilder è documentata dai potenziali evocati con stimolazione elettrica al nervo dorsale del pene...il segnale evocato in corteccia...è molto ..brutto...
l'altro punto è che al di la di tutte le considerazioni..con gli estensori il pene un po cresce...
l'altra considerazione è che i vari andrologi sentiti mi han spèillato un mucchio di soldi..ma per cosa? solo prescrizioni di inibitori...
quindi l'andrologia non è riuscita a far nulla per me...percio penso sentiro il prof. moschini...anche perchè peggio di cosi!
o qualcuno di voi ha da propormi qualcosa di alternativo per metter a posto i nervi?
ripeto la lesione è documentata dai poptenziali evocati...se poi l'esame è qualcosa di interpretabile allora...
ditemi voi che possso fare...
il pene comunque prima era perfetto..ora non sta dritto...
[#5] dopo  


dal 2008
ah! aggiungo che al di la degli esami...ho perso sensibilita, gli orgasmi son meno intensi..e tante altre belle cose del genere.... cè bisogno di altri esami neurologici? mah.... in realta non ho ancora trovato uno che mi dica...vieni in ambulatorio...ci penso io..ce l'ho io la cura... tutti a dire questo è sbagliato, quell'altro è sbagliato...ok...quindi? l'alternativa?
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
spesso di fronte a situazioni irrecuperabili non vi sono alternative purtroppo. E' difficile da accettare ma è così. Non credo che un danno da uso di estensore penieno come il Suo possa prevedere un trattamento medico risolutore. Può continuare a consultare tutti i Colleghi che vuoLe ma nessuno Le potrà mai dire di avere in tasca la soluzione. Rimane la terapia sintomatica con i ben noti farmaci. Rimane il possibile ricorso alla chirurgia, questo si, ma stiamo parlando di protesizzazione, sia chiaro.
Concludo sottolineando, per tutti coloro che avessero intenzione di provarli, l'estrema pericolosità connesso con l'uso degli estensori penieni, a mio modo di vedere ovviamente.
Davvero affettuosi auguri per tutto.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  


dal 2008
vorrei far notare una cosa...
perchè tutti gli andrologi o urologi fanno fare i vari ecodoppler penieni dinamici, cavernosmetrie, potenziali evocati, ecc ecc ecc...quando poi tanto la soluzione è una sola prescrizione di viagra e derivati?
non voglio dire la mia che è meglio....
comunque penso che in qualche maniera ci sia il modo di capire meglio la mia situazione...di vedre e verificare la lesione neurologica.. e in piu durande l'ecodoppler nessuno mi ha fatto un ecodoppler anche scroto testicolare per verificare tutto l'apparato genitale...potrebbe esser sfuggito qualcosa...
io a dir il vero dico che sembra che prescrivere viagra sia fatto con molta facilita e dimostra pigrizia nel voler affrontar i problemi da parte dei medici...
gli stessi che dovrebbero studiare gli estensori per trarne vantaggi..non per far colpe su persone che li han usati...chi nopn vive il dramma delle diemnsioni non puo capire... e la classe medica non fa altro che ignorare le possibilita terapeutiche degli estensori...
sembra quasi che i medici abbian una convenzione con le case che producono inibitori...
scusate ma cio che si percepisce è tutto questo....
se gli estensori venissero studiati bene si potrebbero applicare senza rischi..io stesso con la mia esperienza penso che potrei far allungare un pene in circa un anno e mezzo di 4 cm...in una persona predisposta ...senza alcun danno....invece si propone la chirurgia...come se non avesse controiidicazioni... come se desse risultati miliori...infatti la maggior parte dei casi..nonostante l'inserimento di distanziatori ecc ecc ecc...non ottiene alcun risultato in erezione...o risultati non proporzionati al costo...
dottori..gli estensori funzionano! è da millenni che l'uomo allunga parti del corpo mettendo in trazione le stesse...la crescita tessutale è una realta scientifica...come si fa a negarla! medici poi !
la scienza dovrebbe sfruttarla e studiarla a vantaggio dei pazienti....invece....
[#8] dopo  


dal 2008
Ah! chiedo una cosa... ipotemziali evocati tilevano il problema , e ho problemi di erezione... ma rispondo al tadalafil, in dose da 10mg, per alcuni giorni...
alcuni medici dicono che se avessi una lesione ai nervi il tadalafil non funzionerebbe!
cosa ne pensate?
purtroppo ogniuno da risposte completamente diverse... ormai è il paziente ..al quale gli si propongono diverse verita .. a dover sciegliere quella che vuole lui....
cè qualcuno che interviene su questo?
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
nonostante tutto quello che Le sta capitando...Lei è ancora convinto che gli estensori funzionino e che il pene possa essere allungato a piacimento.
Non so che aggiungere se non affettuosi auguri, mi creda sinceri.
Prof. Giovanni MARTINO
[#10] dopo  


dal 2008
dott. martino... io non so cosa lei ha contro l'allungamento drel pene tramite estensore... ma il discorso è diverso...il pene si puo allungare con gli estensori...come si allungano tutte le parti del corpo...non so come possa negarlo...
nel caso personale, il mio pene si è allungato...quindi glielo garantisco, si allunga...
e se la medicina invece di negare l'evidenza studiasse queste cose , si otterrebbero buoni risultati senza problemi collaterali...
[#11] dopo  


dal 2008
e comunque non ha risposto alla domanda sulle lesioni dei nervi e la risposta al tadalafil...
la realta è che purtroppo non avete risposte....
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
finchè Lei riterrà con soddisfazione che il Suo pene si sia allungato, non credo che prenderà coscienza della realtà del problema attuale.
Per dirla in maniera semplice ma comprensiva: il Suo pene non si è allungato e basta, ma si è del tutto rovinato. E proprio per aver eseguito l'allungameno con gli estensori. E' ben diverso.
Non voglio dire che è colpa Sua, perchè chiaramente qualche Collega l'avrà seguita durante l'impiego dell'estensore ma così stanno le cose.
Non ho le risposte che Lei vorrebbe leggere.
Non saprei davvero cosa altro aggiungere, se non invitare tutti coloro che leggono a prendere coscienza della Sua problematica prima che per altri si presenti un disastro come il Suo.
Se si vuoLe allungare il pene, nei pochi casi che realmente lo richiedono, a mio modo di vedere la strada è una sola: quella chirurgica.
Affettuosissimi auguri ed un cordiale saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#13] dopo  


dal 2008
non so dottore come fa a negare l'evidenza delle cose...le dico che 4 mesi dopo il mio pene si è allungato di 1 cm...misurato...questa è la realta! apra gli occhi.. e come me tanti li usano e ha ottenuto risultati buoni, ma la medicina dov'è finita?!
la chirurgia? lasciamo stare...la retrazione cicatriziale annulla l'esito... ma non il conto corrente del medico...
mi avete dato tutti opinioni opposte...quindi nessuno di voi ha ragione..ossia dubito di tutto.. e continuo a cercare che ci riesce a capire qualcosa...
[#14] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
un organo penieno del tutto incapace di rispondere alle Sue aspettative in cambio di un allungamento di 1 cm?? Lei pensa che, sia con il pene in posizione di riposo che in erezione, qualcuna o qualcuno possa accorgersi in maniera favorevolmente stupita di 1 cm im più di lunghezza?
Su, sia sincero...ne è valsa la pena?
Ho voluto aggiungere questa risposta solo per rimarcare che quello che Lei afferma a proposito della chirurgia non corrisponde a verità. Ci sono delle metodiche operatorie ed accorgimenti tecnici che impediscono la "risaldatura" o "la cicatrizzazione retraente" dopo interventi chirurgici sul legamento sospensore del pene.
Confermo quello che, ovviamente, è il mio pensiero.
Spero che al più presto gli interventi di fallopalstica di allungamento e/o di allargamento vengano inclusi nel prontuario del Sistema Sanitario Nazionale.
Le rinnovo i miei affettuosi auguri, non Le nascondo che mi piacerebbe tanto conoscerLa di persona. Se mai si trovasse a passare da Roma mi farebbe piacere incontrarLa...al bar ovviamente.
Un cordialissimo saluto.
Porf. Giovanni MARTINO
[#15] dopo  


dal 2008
le spiego dott. martino...il punto è un altro..io stavo male come un cane anche prima..dovevo tentare ad ogni costo...non sarei stato soddisfatto ugialmente con quel pene li...
1 cm è qualcosa in piu...alcuni ne han guadagnati 3, anche 4....
sulla chirurgia del legament osospensore ho contattato decine di persone..insoddisfatte della chirurgia e tanti...che si son fatti rimuovere lo spessore distanziatore....e anche li non è che gli incrementi sian eclatanti e poi piu che altro in flaccidita...
se passero da roma non avro problemi a incontrarla al bar...
anche perchè non le darei una lira..un euro..perchè non puo far altro che prescrivermi inibitori...
ma son sicuro che se le parlassi della metodologia di estensione...e di tutti i suoi accorgimenti e lati sconosciuti..che potrebbero funzionre....son sicuro che si interesserebbe e avrebbe un atteggiamemnto piu aperto a qualcosa che è una realtà....
[#16] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il caffè era ovvio che lo avrei oafferto io.
Ad un solo patto: non voglio nemmeno sentire parlare di estensori penieni.
Ma possibile che dopo tutto quello che Le Sta capitando...ancora non Le basta?
Affettuosi auguri e un cordiale arrivederci.
Prof. Giovanni MARTINO
[#17] dopo  


dal 2008
dott martino..io non ho rabbia contro gli estensori...in futuro l'uso di estensori associato a staminali dara risultati eclatanti...a me dispiace che i medici non sian ingrado di aprire gli occhi alle possibilita terapeutiche per un grande problema..le dimensioni del pene...e lo voglion far passare per un problema psicologico..quando psicologico non è...chissa perchè si senton inadeguati solo quelli che ce l'anno sotto i 15 cm...mai quelli di 18 o 20cm...
forse volete dire che noi che ce l'abbiamo piccolo siamo anche tutti stupidi.... ma perfavore.... dott.... vada per il caffe... saluti
[#18] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 10342,

al di là di tante banalità, le posso dire, in base alla esperienza diretta di molti pazienti che:
gli estensori possono determinare un allungamento del pene
è difficile immaginare lesioni neurologiche, se utilizzati in maniera congrua,.
Non esistono indagini, validate, che mettano in evidenza lesioni neurologiche...parziali.
ci possono essre problemi di alterata funzione erettile, in parte dterminata da fattori psicologici in parte,da fattori vascolari
Sempre va fatta una valutazione ecocolordoppler prima di consigliare la applicazione degli estensori
si faccia visitare da qualche specialista che abbia esperienza nel settore
cari saluti
[#19] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
ecco, appunto.
[#20] dopo  


dal 2008
io ho fatto ecografia e doppler dinamici..con 5 mg.pge1..anchre se non ce stata l'erezione rigida, l'andrologo l'ha considerata normale e per lui non cp fuga venosa...non ci son nemmeno fibrosi cavernose..
la mente non centra nulla..prima lo sperma schizzava ..ora esce lentamente...e il glande non diventa rigido..prima diventava durissimo...questi non son cose psicologiche...poi son sparite le erezioni spontanee..e la sensibilita è diminuita..e stranamente i potenziali indican un problema...
cosa dovrei pensare...