Utente 109XXX
Buonasera, il mio problema è che ultimamente mi ritrovo le gambe piene di lividi: la cosa non mi preoccupa se mi escono perche sbatto contro qualcosa, bensì perchè mi escono anche se mi gratto per prurito, ho anche numerosi capillari. Ho 30 anni peso 49 kg e ho sempre pesato piu o meno cosi, ho sempre fatto acquagym e da quest'anno faccio nuoto, non fumo, prendo la pillola da un mese e in passato non l'ho mai presa, un paio di anni fa ho fatto 15 sedute di mesoterapia solo nella zona di entrambe le ginocchia (il grasso era solo li); spesso ho le caviglie gonfie come se avessi un anello che le strozzi, non porto tacchi alti se non in rare occasioni e neanche scarpe piatte; il ginecologo in base alle analisi del sangue e delle urine fatte di recente mi ha detto che non bevo abbastanza (ed è vero) ma da due settimane mi sto sforzando di bere i due famosi litri di acqua al giorno. Cosa mi consigliate per risolvere la questione lividi?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

mi sembra di rilevare che una delle modifiche che lei riferisce sia l'uso della pillola. sicuramente il suo ginecologo avrà valutato le sue analisi del sangue prima dell'inizio dell'assunzione della pillola stessa.
per tale motivo, facendole rilevare che comunque stiamo utilizzando un sistema estremamente potente ma allo steso tempo anche limitato (computer-internet), le consiglierei di ritornare dal suo ginecologo il quale verosimilmente le richiederà delle analisi del sangue di controllo per valutare se la pillola può aver avuto un ruolo in questa sua sintomatologia.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per avermi risposto cosi rapidamente. Purtroppo però i lividi sono antecedenti: la pillola la prendo solo da un paio di settimane. Non potrebbe dipendere da qualcos'altro? la ringrazio di nuovo.
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

come vede il problema è che dovrebbe sottoporsi ad una visita medica, magari dal suo medico curante, per poter fornire tutte le risposte alle domande, per poter raccogliere una corretta anamenesi in modo tale da progettare un percorso diagnostico personalizzato.
cordiali saluti