Utente 109XXX
Salve,vorrei cortesemente ricevere delle informazioni sulla patologia appena diagnosticata a mio padre: carcinoma uroteliale papillare di alto grado della vescica, infiltrante il chorion suburoteliale (pT1). La prossima settimana
inizierà la terapia BTC mi sembra si chiami se ricordo bene quanto scritto sulla prescrizione rilasciata dall'ospedale dove dovrà iniziare a farla e che adesso non ho sottomano. Vorrei sapere se è il caso di fare altri esami prima di iniziare la terapia e quello che rischia mio padre cioè se nella peggiore delle ipotesi gli asporteranno la vescica o se rischia la vita. Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Lombardi
24% attività
0% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

dato che la malattia è in fase iniziale i colleghi hanno pensato di inziare la terapia con la somministrazione di un bacillo all'interno della vescica che evoca una risposta immunitaria anche contro le cellule tumorali. Il paziente dovrà constantemente essere monitorato per eventuali recidive vista l'aggressività intrinseca delle cellule tumorali. In presenza di tali recidive si può ripetere la terapia o eseguire intervento intravescicale o a lungo andare nel peggiore delle cose l'asportazione della vescica. Penso che sia stato sottoposto ad esami strumentali quali RMN o TC addome completo e torace.
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Grazie tante per la risposta esaudiente che mi avete inviata, almeno affronteremeo la malattia in maniera
un pò più tranquilla. Per quanto riguarda la terapia
prescritta come già anticipato ricordavo male perchè
si chiama invece terapia BCG.
Comunque Vi ringrazio ancora tanto. Saluti.