Utente 106XXX
Salve ho 41 anni e ho finito da poco un ciclo di 15 gg di TAVANIC 500 dopo una sospetta prostatite che mi aveva provocato una infiammazione dell'epididimo. Ho fatto da poco un'ecografia renale a seguito di continui dolori all'atezza dell'appendicite (già operata all'età di 10 anni) che corrispndevano su tutta la gamba e in corrispondenza della parte posteriore più o meno all'altezza del lombo destro. L'ecografista mi ha trovato la pancia molto gonfia e fegatomolto grasso fuori dalla sua sede. Avendo fatto delle analisi del sangue dove le piastrine erano ntevolmente inferiori alla media, posso ipotizzare una cirrosi? Non bevo, ma mangio volentieri e sono un soggetto asmatico soggetto a cure di cortisone e antibiotici, tra cui il TAVANIC da oggi interrotto. Per favore aiutatemi perchè non riesco più a capirci nulla...

Grazie.
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signore,

tutto mi sembra iniziato intorno al 28 marzo giorno in cui ha inviato la prima richiesta ed in cui dice di aver iniziato la terapia con l'antibiotico.

il fatto che l'ecografista abbia rilevato un fegato con atteggiamento steatosico (grasso) non dovrebbe sorprenderla visti i dati che lei stesso ha indicato iscrivendosi, lei dovrebbe avere un BMI di 32 circa (stiamo parlando di obesità di 2° grado), verosimilmente in relazione non solo alla attitudine al mangiare ma anche al fatto che dichiara di usare cortisonici per il problema asmatico.

il fatto che lei riferisca nonostante terapia cortisonica (non indica il dosaggio e la frequeza di assunzione) di avere il numero delle piastrine basse (non indica il numero), potrebbe essere un ulteriore problema da approfondire, ma questo da solo non può portare ad una diagnosi di cirrosi epatica che peraltro sarebbe stata evidenziata in corso di ecografia.

pertanto la inviterei ad andare dal suo medico curante per una visita medica (noi stiamo utilizzando un mezzo estremamente limitato computer internet) in modo che potrà essere successivamente proposto un progetto diadnostico personalizzato.

cordiali saluti