Utente 109XXX
Buondì Dottori,

vi scrivo per capire meglio questa strana patologia che mi da molti problemi al lavoro e nella vita in generale (uscite con gli amici, ecc)

Improvvisamente, durante la giornata lavorativa, anche di mattina senza orari di preferenza, mi prende una stanchezza indescrivibile... diventano difficili movimenti come alzare le braccia o salire le scale, in quei momenti avrei bisogno solo di un letto o di una sedia per riposare anche in mancanza di sonno.

Fin qui sembra tutto normale o quasi... ed ecco la cosa strana che mi accade: improvvisamente mi viene lo stimolo di defecare e, subito dopo aver svuotato l'intestino mi viene la forza di un leone, inizio a fare 3,4 o anche 5 cose contemporaneamente per recuperare il tempo in cui non avevo nemmeno la forza di salire le scale. Questa energia che viene dopo aver defecato è abnorme! Per scaricare un pò di energia mi metto addirittura a correre con il mio cane in giardino o faccio le scale di corsa, ecc. ecc. anche l'umore cambia in positivo.. praticamente diventa tutto più semplice anche i pensieri sono più attivi, le decisioni più rapide. ecc.

Tutta questa energia si affievolisce man mano che mangio e riempio il mio intestino. Non sono sicuro ma ho l'impressione che se mangio carne oppure solo secondi questa energia dura anche per più di una settimana.

Il mio problema è che quando mi prende questa stanchezza non lavoro bene. Il mio intestino non è sempre regolare. A volte mi capita di avere la sensazione di non averlo svuotato e altre volte mi capita di saltare 1 o 2 giorni e non andare in bagno (tragedia!) se non svuoto l'intestino mi viene l'astenia ma perchè ?

Ho pensato ad eventuali intolleranze ma dalle ultime analisi fatte non risulto allergico al glutine, ho un eosinofilia ma non si capisce da che proviene. Evito latte, latticini e lattosio perchè mi fanno male. Potrei pensare ad un intolleranza ad altro ? ma a cosa ?? e perchè il mio intestino mi fa sentire stanco morto quando è pieno ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
86337

Cancellato nel 2009
gentile utente,
l'eosinofilia potrebbe dipendere da un'allergia respiratoria... ha mai sofferto di raffreddori frequenti o di asma?... vero è che occorrerebbe conoscere l'esatto valore dell'aumento di eosinofili per potersi orientare meglio... piuttosto, ha mai fatto degli esami per al funzionalità tiroidea?... al momento non mi concentrerei sugli alimenti, almeno per quel poco che è stato detto...
distinti saluti