Utente 966XXX
Gentili Dottori,buongiorno,ringrazio anticipatamente per la risposta al mio quesito.Ho sentito parlare di un esame di laboratorio HLA,ho tentato di documentarmi,purtroppo,non essendo in materia competente,non sono riuscita ad orientarmi e volevo sapere se questo test,che mi sembra aver capito,comprende effettivamente numerosi sottotest,può essere utilizzato per individuare neoplasie e quali sottotest vanno richiesti e per individuare patologie reumatiche e quali sottotest vanno richiesti.Ringrazio nuovamente.Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Amuri
24% attività
0% attualità
12% socialità
GALLIPOLI (LE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente, per motivi di corretezza e deontologia professionale, le suggerisco di inviare il suo consulto nell'area specialistica di Medicina di Laboratorio o Genetica. Comunque per HLA (human leucocyte antigen) si identifica Il Complesso Maggiore di Istocompatibilità o anche Major Histocompatibility Complex (MHC), che presenta numerosi sottotipi che intervengono nella patogenesi principalmente di numerosi disordini autoimmunitari. Nella nostra disciplina specialistica utilizziamo per le neoplasie altri tipi di indagini.
La saluto cordialmente
[#2] dopo  
Utente 966XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottor D'Amuri,La ringrazio per la Sua cortese risposta e mi scuso per il ritardo con cui Le sto scrivendo per ringraziarLa,purtroppo,da alcuni giorni ho problemi con internet.Avrei interesse per il test dell'HLA,anche in seguito ai Suoi chiarimenti,dato che da circa cinque anni,sono affetta,secondo i tre medici curanti che ho avuto,un ematologo,un reumatologo ed un endocrinologo,da una patologia autoimmune,che non si è riusciti ad identificare in modo specifico.Mi hanno parlato di artrite reumatoide,di lupus,di fibromialgia,di spondilite anchilosante,di sclerodermia ed infine di sindrome da sovrapposizione.Non mi è stata prescritta una cura e per il dolore devo assumere cortisonici ed antinfiammatori a cicli,che,se ho ben capito,non sono risolutivi.In effetti,il sollievo è molto limitato nel tempo e sempre più circoscritto ai giorni in cui assumo questi farmaci e non a quelli successivi.Sono sofferente e mi è stato detto di aspettare un'evoluzione della patologia,cioè,ho inteso,un peggioramento.Così avevo pensato che con un test mirato,si potesse individuare una delle malattie di natura autoimmunitaria,quella che effettivamente riduce la mia mobilità e le mie energie e quindi prescrivermi una cura adeguata.La ringrazio.Cordiali saluti.Eva Castaldi
[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Amuri
24% attività
0% attualità
12% socialità
GALLIPOLI (LE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
credo che sia opportuno e necessario individuare precisamente la patologia autoimmunitaria di cui lei soffre, consigliandola di rivolgersi in Centri specialistici di Reumatologia o di malattie del sistema immunitario.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 966XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,La ringrazio.Cordialmente.Eva Castaldi