Utente 839XXX
buongiorno avrei bisogno di parere sullo spermiogramma di mio marito fatto per la 1a volta a ottobre:
volume 4.4
aspetto opalescente
viscosità normale
liquefazione ph7.4
numero / ml 31.000.000
motilità rapidamente progressivi 0%
lentamente progressivi 30%
non progressivi 10 %
immobili 60%
morfologia frome normali 25% forme anormali 75%
ora gli han dato una cura con tamoxifene+trental x 3 mesi
ma siamo preoccupati
Dopo 8gg di cura ero rimasta incinta ma ho avuto as alla nona settimana
ORa facendo altri esami è tutto normale ma questo esito mi preoccupa ( esami poliabortività OK e cariotipo x entrambi OK)
ESITO astenoteratozoospermia
L'andrologo ha escluso problemi di varicocele e ha detto che anche senza cura potremo farcela ma io ho qualche dubbio....nb mio marito ha 41 anni e io 37 anni. barby

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettrice,
il dato di astenospermia rende poco probabile un concepimenti spontaneo (anche se possibile). Alla luce della sua età vi suggerirei, a fianco di trattamenti andrologici, di considerare la possibilità della fecondazione assistita.
[#2] dopo  
Utente 839XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore ,grazie per la sua celere risposta. Dallavisita adnrologica fattaa Torino il medico aveva detto a mio marito che avremo comunque potuto procreare naturalmente ma per non farci "dormire sugli allori" ci ha prescritto una cura a base di Tamoxifene + trental sempre per mio marito. Io a fine ottobre son rimasta incinta ma il 30/12 ho avuto unaborto spontaneo e quindi ora abbiamo riniziato da capo . Sono un po' demoralizzata dal tutto e a fine mese penso torneremo dall'andrologo x un altro spermiogramma x vedere se ci sono miglioramenti. La situazione è cosi critica??? Inoltre non sapre da dove cominciare per la fecondazione assistita ....sa darmi qualche indicazione grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La situazione maschile non è necessariamente "critica", ma non si può non tenere in conto il fattore femminile: la fertilità nella dinna declina in maniera naturale dai 35-38 anni in poi, ecco il perchè del suggerimento di fecondazione assistita. Come fare? Innanzitutto la scelta è tra centri pubblici e centri privati. Ne parli con il suo Ginecologo.