Utente 109XXX
Gentili Dottori,
tra pochi giorni mia madre (48 anni, normopeso) si sottoporrà ad una risonanza magnetica con messo di contrasto, con oggetto di indagine colonna cervicale e colonna lombare.
In passato ha manifestato una seria reazione anafilattica dopo l'assunzione di una compressa di Dicloreum (rossori,prurito,senso di calore,perdita di conoscenza e convulsioni) e da allora le è stato caldamente sconsigliato di assumere FANS e farmaci a base di acido acetilsalicilico prima di tutto, e di appuntarsi ed evitare ogni ulteriore farmaco che da lì in avanti le avesse causato una qualche manifestazione.
Ora, la terapia preventiva di desensibilizzazione consigliatole in occasione di questa risonanza, prevede l'assunzione di 11 compresse in totale il giorno prima, di ranitidina, prednisone, loratidina, cetirizina
(nella seguente posologia:
ore 11 - 1 ranitidina, 2 prednisone
ore 17 - 2 prednisone, 1 ranitidina
ore 23 - 2 prednisone, 1 ranitidina, 1 loratidina, 1 cetirizina).
Vorrei sapere se esiste la possibilità che uno di questi stessi farmaci le dia reazione allergica o è da escludere completamente, e se secondo voi è una profilassi consona al caso.
Spero in una vostra risposta per tranquillizzarmi, poichè l'episodio di allergia suddetto crea apprensione ogni qualvolta debba assumere un qualsiasi farmaco. Grazie di cuore anticipatamente per l'attenzione che vorrete accordarmi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Cortisone e antistaminici anti H1 sono antiallergici per definizione, perche' antagonizzano il rilascio dell'istamina o l'effetto dell' istamina gia' rilasciata . La ranitidina anche lei e' un antistaminico pero' anti H2 (anti ulcera).

Quindi sicuramente sono farmaci idonei a prevenire o contrastare reazioni allergiche da istamina circolante.

E' poi da rivalutare che tipo di reazioni abbia avuto in passato (quella ai fans e' una pseudo-allergia), mentre per il futuro le probabilita' di avere reazioni al gadolinio sono molto basse (0,5 - 1 per mille circa).