Utente 109XXX
Gentilissimi medici.
Ho un problema che dura da quando è iniziata la mia vita sessuale, a 15 anni, e adesso ne ho 33.
Soffro di eiaculazione precoce, i miei rapporti non protetti (quando ho un partner fisso) non durano più di due minuti, e devo ricorrere ad altri metodi per fare provare piacere al partner.
Se uso il preservativo le cose non migliorano di molto, arrivo circa a 5- 6 minuti. Vi specifico che ho gli esami della tiroide a posto e anche la prostata è nella norma, ve lo dico perchè ho letto che potrebbero incidere.
Inoltre io soffro di forti stati di ansia e uso il rivotril. Questa potrebbe essere una causa? Intendo il rivotril, poichè l'ansia lo so che influisce, ho provato una terapia da uno psicologo specializzato in psicologia sessuale, ma non ha avuto effetti.
So che esistono preservativi ritardanti, sono efficaci? Possono risolvere il problema? E se si il loro uso prolungato può creare controindicazioni? Vi sono farmaci per contrastare l'eiaculazione precoce se la terapia psicologica non funziona?
Inoltre io sono circonciso e so, se non erro, che i miei rapporti dovrebbero essere più duraturi a causa del glande meno sensibile cio' è vero?
Spero di averVi dato informazioni sufficienti in modo da far si che mi possiate dare una linea guida ed eventualmente un vostro parere se effettuare una visita specialistica da un Andrologo vostro collega (mai effettuata in vita mia, ho consultato solo urologi che però attribuivano tutto allo stress e l'ansia)
Vi ringrazio anticipatamente signori Medici e Vi porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
GENTILE LETTORE , CERTAMENTE L'ANSIA AGISCE SULLA EIACULAZIONE; ESISTONO FARMACI CHE POSSONO RITARDARLA MA è NECESSARIO CHE SI FACCIA VISITARE DA UN ANDROLOGO PER UN INQUADRAMENTO GLOBALE DELLA SUA SITUAZIONE.

CORDIALI SALUTI.
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio dottore, grazie del consiglio. Provvederò a intraprendere una visita specialistica da un suo collega...ma scusi per quanto riguarda il Rivotril? Le benzodiazepine possono causare eiaculazione precoce, o effetti di erezione non totale? E per quanto riguarda preservativi ritardanti funzionano? E hanno effetti collaterali?
Se mi è utile anche in questo la ringrazio.
In ogni caso è stato molto gentile dottor De Siati. La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
LE BENZODIAZEPINE RIDUCENDO L'ANSIA POSSONO MIGLIORARE IN CASI MOLTO PARTICOLARI I PROBLEMI DI EIACULAZIONE MA POSSONO ANCE CAUSARE PROBLEMI DI EREZIONE. I PRESERVATIVI RITARDANTI POSSONO SE PUR RARAMENTE ESSERE DI QUALCHE BENEFICIO SENZA EVERE EFFETTI COLLATERALI.
[#4] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Ancora una domanda se è possibile, visto che lei è gentilissimo e disponibile. Dopo l'ultimo rapporto che ho avuto, il giorno dopo ho sviluppato una cistite. Quindi presumo che se i sintomi sono apparsi il giorno dopo ero già contagiato. Ecco questo potrebbe essere anche un fattore di eiaculazione precoce?
La ringrazio esimio dottore.