Utente 688XXX
Salve l'altro giorno a mia suocera di anni 65 è stata riscontrata la pressione molto alta circa 200 o forse più, e stata quindi controllata prontamente ed il dottore prima di effettuare ogni controllo gli ha somministrato delle gocce di simpatol. Dopo, il controllo pressorico risultava 190/80.
Hai controlli effettuati veniva fatta la seguente diagnosi : SINDROME VERTIGINOSA CON IPERTENSIONE SISTOLICA ISOLATA, INSUFFICIENZA AORTICA DI GRADO LIEVE IPERPLASIA NATURALE DELLA TIROIDE, RITMO SINUSALE FC 80 BPMPR 018SEC,
IPERTROFIA VENTRICOLARE SX, PRESSIONE 190/80.
TERAPIA : SELES BETA cp 3/4 AL MATTINO e LERCADIP 20 1/2 cp ALLE h15,30.

Effetto sortito che oggi anche se mia suocera non accusa nessun sintomo al controllo pressorico risultava sempre 190/80.
Vorrei sapere in cosa consiste questa diagnosi quali sono i reali probblemi
e possibili cause e soprattutto gli esiti che può sortire una tale situazione.
Inoltre i farmaci prescritti sono utili e in giuste quantità? visto che comunque la sintuazione non è poi tanto cambiata?
Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, i valori pressori attuali non sono di certo accettabili e meritevoli di un adeguato aggiustamento terapeutico. All'elettrocardiogramma, la paziente dovrebbe essere sottoposta anche ad un ecocardiogramma colordoppler e ad una ecografia doppler dei tronchi sovraortici per studiare eventuali danni cardiaci e vascolari secondari allo stato ipertensivo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
egregio dottor Martino io capisco che non ci troviamo in uno studio medico ove possiamo effettuare un esame obbietivo e diagnostico ma secondo lei ed sempre in base alla situazione sopra esposta di quanto la terapia dovrebbe meritevolmente essere aggiustata? e soprattutto
in questa condizione a cosa si va incontro?
Ancora la ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, è deontologicamente vietato indicare terapie o aggiustamenti terapeutici in assenza di una visione diretta dell'ammalato. Ma a ciò aggiungo che tali misure richiederebbero comunque alcune notizie tecniche, quali ad es. frequenza cardiaca della paziente, profilo glicometabolico della stessa, ecc..
Per quanto riguarda il suo secondo quesito l'ipertensione severa è una delle principali cause di accidenti cardiaci (infarto) e cerebrovascolari (ictus).
Cordialmente,
[#4] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottor martino io la ringrazio per i consigli che a noi sono risultati preziosi provvederemo al più presto a ricorrere a ulteriori controlli a risentirci e nuvovamente la ringrazio