Utente 641XXX
Gentili Dottori,vorremo chiedere un Vostro parere relativo allo spermiogramma di controllo effettuato da mio marito (39 anni).Da due anni cerchiamo una gravidanza senza risultato. Dallo spermiogramma è risultata una scarsa mobilità e dopo una cura a base di carnitina ci sono stati miglioramenti notevoli sul volume ma non sulla motilità. Riportiamo i valori dell'ultimo esame fatto in un centro che segue i parametri previsti:
VOLUME 2,9 (VN > 2.0 ml)
NUMERO DI SPERMATOZOI 41 milioni|ml (VN >20)
NUMERO SPERMATOZOI/eiaculato 119 (VN >40)
SPERMATOZOI MOBILI 16,04% (VN >50%)
CLASSI DI MOBILITà:
-LINEARE VELOCE classe a 4,61% (VN >25%)con velocità lineare 23,26 micron/sec (VN >25.0 micron/sec)
-LINEARE LENTA classe b 5,63
...
IMMOBILI classe d 83,96%
TEST DI VITALITà A 30 min 38%
SPERMATOZOI NORMALI 31% (VN >30%)
SPERMATOZOI CON ANOMALIE 69% (VN < 70%).
Gli altri parametri risultano tutti nella norma. è stata fatta anche la spermiocoltura ed è tutto negativo.E' stato escluso il varicocele,i valori ormonali (prolattina,testosterone fsh) sono tutti nella norma.Abbiamo letto nei vari consulti che molto spesso non si trova la causa di una bassa mobilità,ma quello che vorremmo sapere è se è consigliabile cambiare cura e se esistono dei farmaci in grado di influire direttamente sulla motilità.inizialmente la cura era a base di carnitina e altro farmaco (trental) ma da circa un anno solo carnitina (2 pastiglie al giorno).
In conclusione,oltre alla carnitina, esistono farmaci specifici più efficaci? Siamo molto scoraggiati....
Ringraziamo per la Vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
mi consenta: è alquanto strano che una persona ingerisca farmaci per due anni per problemi di motilità, che è la grandezza meno importante ai fini della fertilità: prima e più importanti sono morfologia e concentrazione. A tutt' oggi i problemi sono irrisolti, pare.
Secondo le linee guida eiuropee un miglioramento spermiografico in corso di terapia farmacologica deve avvenire entro tre mesi, se no si sospende terapia farmacologica e si propone fecondazione assistita, a meno che la coppia non ne voglia sapere di fecondazione assistita il chè è un altro paio di maniche.
Scusi se son diretto, ma considerato che lei ha 35 anni e che la fertilità femminile comincia a calare proprio da quella età, penserei di cambiare regime, valutando l' opportunità di una fecondazione assistitra.
[#2] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Cavallini, la ringraziamo molto per la Sua risposta e l'abbiamo apprezzata, in quanto abbiamo sempre voluto essere più realistici possibile..In effetti siamo in lista per una fecondazione assistita, ma i tempi sono lunghissimi (si parla di un anno circa) Ma dalla sua risposta ci sembra di capire che una fecondazione naturale non sarebbe da escludersi,sempre in assenza di problemi femminili.. Lo chiediamo in quanto i parametri da lei indicati (morfologia e concentrazione)sono buoni!
La ringraziamo per l'attenzione e aspettiamo una sua risposta..
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
la possibilità di gravidanza naturale è possibile. Non granchè, ma possibile, per cui non toglietevi dalla lista della fecondazione assistita.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

lei, voi, rappresentate un classico caso di infertilità "idiopatica" non chiaramente legata a patologie specifiche. In questi casi può essere utile una terapia medica, per quanto aspecifica, per cercare di migliorare la "qualità" del seme, avere rapporti abbastanza frequenti, mirati al periodo della ovulazione (pochi rapporti -poche gravidanze !!)e, considerando che come la maggioranza delle coppie italiane siete arrivati alla decisione riproduttiva dopo i 35 anni, valutare la concreta ipotesin di ricorrere a procedura do PMA.
Esistono centri anche "pubblici" in Toscana con liste di attesa non così lunghe!! Ma anche in centri privati non si spendono cifre "impossibili"! magari con tempi assai più brevi e minore ansietà
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori, vi ringraziamo di cuore per le Vostre risposte.Purtroppo è vero,abbiamo iniziato a "cercare" quando io (moglie) avevo già 32 anni,e mai avrei pensato di sottopormi a trattamenti così invasivi dal punto di vista fisico, ma soprattutto psicologico, per avere un bambino. Poi,quando una situazione si vive,le cose si vedono in modo diverso...
Rimarremo sicuramente in lista per la PMA,ma i dubbi sono ancora molti soprattutto per la paura di non averle "provate tutte" per cercare di risolvere il problema.
Vorrei chiedere un Vostro parere.Il mio dubbio nasce dal pensiero che un centro pubblico dia maggiori garanzie in termini di obiettività-tutela della salute,non avendo un interesse di guadagno.Purtroppo ne ho sentite tante di storie e so che piccoli particolari in cose così delicate possono pregiudicare tutto. So che l'argomento è molto deliciato, ma comunque ci terrei ad avere una Vostra "rassicurazione!"
Inoltre vorrei chedere a Lei Dott. Pozza, qualche indicazione sui centri pubblici in Toscana.Per noi sarebbe complicato,ma se ci fossero buoni motivi potremmo provare a spostarci...
Vi ringraziamo ancora per la Vostra attenzione.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
si tranquillizzi circa la serietà dei centri di fecondazione assistita, coi tempi che corrono sono assolutamente nel mirino sia pubblici che provati e rigano diritto un bel po.
[#7] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dott. Cavallini, spero che potremo prendere una decisione a breve e le faremo sapere!
[#8] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori, vorrei chiedere un Vostro parere circa l'opportunità di assumere il farmaco Memogon a giorni alterni come cura di questa astenospermia idiopatica. Ci è stato detto che questa è l'unica cura "forte" per questo problema, in quanto la carnitina è solo un integratore.siamo un po' perplessi in quanto i valori ormonali sono nella norma e precisamente:
fsh 4.4 vn 1.5-11.0
LH 2.5 VN 1.0-8.0
PROLATTINA 14.3 VN 2.0-15.O
TESTOSTERONE 5.42 VN 3.0-10.
Inoltre abbiamo sentito parlare di maca come integratore che influisce sulla mobilità.
Vi ringraziamo per le risposte che potrete darci.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
dati recenti indicano che il farmaco prescritto non sembra migliorare spermiogramma, ma aumenta possibilità di concepimento segua iter con fiducia.
[#10] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Cavallini, la ringrazio per la risposta. vorrei solo chiederLe un chiarimento:in che senso aumenta le possibilità di concepimento? Inoltre, è possibile l'assunzione per via sottocutanea anzichè intramuscolare? Le chiedo questo anche perchè la cura dovrebbe essere di tre mesi,e quindi un periodo abbastanza lungo, e la sottocutanea sarebbe più semplice.
La ringrazio per l'attenzione e le auguro buona serata.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Nel senso che recentissimi studi, che mi vedono impegnato in prima persona, indicano che non vi è solo spermiogramma a determinare fertilità. Per cui spermiogramma semplice può essere solo indicativo. Usi l' intramuscolare, il sottocutaneo altera assorbimento.
[#12] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno Dott. Cavallini, la ringraziamo della Sua risposta. Il dubbio che avevamo è dato dal fatto che i valori ormonali sono nella norma. Secondo lei, quindi, una cura ormonale potrebbe essere d'aiuto anche in questo caso? La ringraziamo ancora per l'attenzione.
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Secondo la letteratura sì. In effetti si possono utilizzare altre strade, ma al mio paese si dice: as bala ben con la so nona (si balla bene con la propria nonna). Avanti che non vi sono state prescritti placebo, oggigiorno alquanto di moda.
[#14] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dott. Cavallini, La ringraziamo di cuore per i Suoi consigli, le faremo sapere!
Grazie e buon lavoro.
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A disposizone.
[#16] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non vorrei creare "confusione" . in un caso come il suo non prescriverei terapie ormonali pensando di ottenere risultati concreti.
Non è vero che i centri Pubblici siano meglio dei centri privati.!
In Toscana, guardi anche il nostro forum, esistono centri convenzionati a Firenze, Chianciano.......
Cari saluti
[#17] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dott. Pozza, la ringraziamo molto anche della Sua risposta. Conosciamo la zona di Chianciano,cercheremo informazioni circa le liste di attesa.
Grazie di cuore e buona domenica!
[#18] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori, approfitto ancora una volta della Vostra disponibilità mentre io e mio marito stiamo ancora decidendo sul da farsi.Ho sentito parlare su alcuni forum di un integratore a base di bioarginina, che si può acquistare senza prescrizione medica.Mio marito sta ancora assumendo due compresse al giorno di carnitene. Potrebbe essere dannoso assumere contemporaneamente la bioarginina?
Vi ringrazio ancora per la Vostra dispobibilità e vi auguro buona giornata!
[#19] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
lla bioarginina non funziana, carnitina a volte sì. Eviti il fai da te.
[#20] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore, la ringrazio ancora per la Sua attenzione. Purtroppo non riusciamo ancora ad accettare soluzioni più "drastiche", per questo cerchiamo alternative...Le faremo sapere!