Utente 172XXX
Gentili dottori vi prego di avere un po' di pazienza ma da oltre un mese sono cosparso di macchie rosse piene di acqua lucida. tutto è cominciato un mese e mezzo fa con la comparsa di numerose bollicine sui gomiti, sulle ginocchia e sulle mani. Il medico mi disse che forse era un'allergia(stavo facendo i vaccini contro gli acari) e mi fece usare una crema cortisonica e degli antistaminici. I giorni passavano e quelle bollicine si aprivano e fuoriusciva del puss. Decisi di andare da un dermatologo che mi diagnostico un impetigine contagiosa e mi diede varie creme ed antibiotici per via orale. Prima di cominciare la cura feci un esame istologico i cui risultati arrivarono dopo 15 giorni svelando che in realtà non avevo l'impetigine bensì alcuni ceppi di Candida Spp. Ora sto usando uno spray antimicotico però nonostante le vecchie bolle si cicatrizzano, noto che ne rispuntano delle altre proprio della forma iniziale, cioè bolle con acqua dentro, anche sulle spalle e sul collo. Sono esasperato, vi prego aiutatemi a capire. Noto anche un ingrossamento delle ghiandole del collo dopo la comparsa di queste bolle sulle spalle, sarà normale? Forse mi ha fatto male il mare? Quest'ultima settimana ho fatto i miei primi quattro giorni. Spero in una vostra diagnosi.
Grazie anticipatamente
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
anche se telematica, la sua descrizione non può essere compatibile con le patologie dermatologiche diagnosticatele, le quali saranno pur state presenti e sicuramente viste dai colleghi specialsti, ma il quadro che descrive non appartiene dermatologicamente a nulla di quanto supposto.

non credo che lei abbia eseguito un esame istologico delle lesioni, magari avraà effettuato un esame microscopico e colturale che le ha esitato la diagnosi di candida.

nonostante ciò le lesioni VESCICO-BOLLOSE (questo è il nome della lesione primitiva che sembrerebbe essere presente dalla sua richiesta) possono essere compatibili con diversi quadri dermatologici, che debbono necessariamente essere ben definiti.

una fra le patologie che necessita di diagnosi differenziale è ad esempio la "dermatite erpetiforme" (che nulla c'entra con l'herpes sia chiaro), ma moltissime altre sono potenzialmente legate a tali situazioni e non sempre, mi creda, di semplice intuizione, anche per gli specialisti più esperti.

Voglio comunque rassicurarla poichè nessuna diagnosi presunta è meritevole di credito in tale sede, senza una visita specialistica, in questo caso dermatologica.

Come consiglio, nell'attesa di eseguirne una, può effettuare degli esami del sangue generici (emocromo con formula protidogramma, VES, TAS, colesterolemia, enzimi epatici) ed altri specifici (possibili dallo stesso prelievo di sangue) come :
- anticorpi antitransglutaminasi
- anticorpi antigliadina
- anticorpi antiendomisio
- TPHA
Carissimi Saluti.
Dott. Luigi Laino
Dermatologo e Venereolgo, Roma