Utente 110XXX
Salve, sono un ragazzo di 18 anni e martedi dovrei subire un'intervento di asportazione fistola nella zona sacrale coccigea. Stavo un po riflettendo e volevo un consiglio da esperti nel campo. Dicendola brevemente, ho questa fistola da quando sono nato..poichè l'aveva anche mio padre e sono nato con questa ciocca di peletti nella zona sacrale. ultimamente, forse a causa di qualke movimento brusco, ho avuto una emorragia che è durata una paio di giorni. Sono andato in pronto soccorso e mi hanno consigliato di operare. Ho fatto la visita chirurgica e hanno confermato la presenza di una fistola rammificata in due punti vicini.Ora mi chiedevo, il chirurgo mi ha detto che nel 99.9% dei casi lui satura con punti la ferita; purtroppo però girando sul web e sentendo altra gente che ha subito il medesimo intervento, mi è venuto il dubbio che se viene saturata molto probabilmente possa ricomparire. Mentre se viene lasciata aperta e diciamo curata con le garze il rischio è notevolmente minore. A me ora come ora non mi da alcun fastidio anche perchè ci sono abituato;
quello che vi chiedo è un parere, ovvero se è preferibile lasciarla aperta o chiuderla, se è necessario farla subito, i rischi e i tempi del post-intervento.
Fiducioso della vostra grande competenza e disponibilità
Vi ringrazio tutti anticipatamente e vi auguro una buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
L' eventuale recidiva è possibile utilizzando sia tecniche aperte sia chiuse, la scelta dipende dalla valutazione del chirurgo nel caso specifico.
Se la cisti-fistola è asintomatica, un' opzione è tenerla, consapevoli del rischio di possibile ascessualizzazione o aumento di dimensioni e comparsa di sintomi.
I rischi dell' intervento sono quelli di ogni procedura chirurgica ( emorragia, infezione, reazione ad anerstetici ecc.).
Se la ferita viene chiusa e guarisce bene in genere dopo due settimane si puo' riprendere una normale attività fisica, se la ferita si apre o viene lasciata aperta in genere è necessario almeno un mese.
Auguri!
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille
Speriamo bene
Buona domenica