Utente 110XXX
Salve, sono un ragazzo di 21 anni, mio padre è deceduto nel 2005 all'età di 37 anni a causa di un osteosarcoma differenziato in fibrosarcoma che gli è stato diagnosticato all'eta di 30-31 anni, questo tumore è insorto alla gamba destra che gli fu in seguito amputata, tuttavia ci sono state metastasi a livello dei polmoni e del cervello. Questa bruttissima esperienza capitata a mio padre ha condizionato la mia vita ed io ho sempre paura che possa capitare la stessa cosa anche a me. So che i tumori hanno anche un origine genetica, quindi volevo sapere fino a che punto mi devo preoccupare? Tenendo conto del fatto che nella famiglia di mio padre ci sono stati alcuni casi di tumore e nella famiglia di mia madre si sono ammalati di tumore solo gli uomini, infatti mia amdre ha 43 anni ma gode di ottima saluta, volevo sapere cosa mi consigliate di fare? Devo fare un screening genetico? E' alta la probabilità che anche io possa avere lo stesso tumore? Insomma, In queste condizioni quale deve essere il mio comportamento?

Distinti Saluti
Complimenti per l'utilissimo
sito e grazie in anticipo per
le riposte.
[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
in realtà solo una parte dei tumori hanno una origine genetica e fra questi solo una parte dei geni responsabili sono noti al punto da essere ricercati in uno screening genetico.
Comunque, se espone in dettaglio i casi di tumore verificatisi in famiglia con tanto di rapporto di parentela preciso ed età di ogni caso, qualche indicazione forse si può dare.
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Questo significa che l'osteosarcoma sicuramente si trasmette geneticamente ma ancora non si conoscono esattamente i geni coinvolti? Io mi spaventai molto perchè essendo uno studente di Psicologia dovevo fare un piccolo esame di genetica dove mi ricordo che l'osteosarcoma era inserito fra i tumori ereditari, mi puo confermare o smentire il fatto che l'osteosarcoma è un tumore ereditario?

Parlando della famiglia di mio padre, mio padre(non fumatore) è stato colpito dall'osteosarcoma, mio nonno(fumatore, età 70) ha avuto un tumore alla laringe, due miei zii fratelli di mio nonno fumatori entrambi hanno avuto uno il tumore al colon verso i 60 anni e l'altro un tumore alla vescica o alla prostata sempre nei 60 anni, tutti questi tranne mio padre sono ancora vivi.

Parlando, invece, della famiglia di mia madre, mio nonno non fumatore è morto di tumore al polmone verso i 70 anni, mentre il mio bisnonno è anche esso morto di tumore ma non so di che tipo però sempre in tarda età.

So di non aver esposto in dettaglio i casi, anche perchè nel dettaglio non li conosco e tutto quello che so l'ho scritto qui. Volevo solo sapere se devo fare qualcosa, se devo frequentare dei medici o fare dei controlli ogni anno e che controlli.



Grazie Mille per l'enorma pazienza che dimostrate.

[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Esiste una sindrome neoplastca ereditaria denominata Sindrome Li-Fraumeni che spiega una parte dei casi di osteosarcoma come ereditari e quindi geneticamente predeterminati. Il gene oggetto del test in questi casi si chiama p53.
Tuttavia la famiglia che lei descrive non rientra, per fortuna, nei criteri di tale sindrome per vari motivi: per esempio in queste famiglie vi sono vari tumori in bambini, sia l'osteosarcoma, sarcomi dei tessuti molli, tumori cerebrali e leucemie. Sono possibili anche casi di tumore in adulti e nelle sedi che lei ha indicato, ma tutto sommato non vi sono i criteri per questo test genetico.
Quindi pur ammettendo che esistono tante famiglie con aggregazione di vari tumori, nelle quali ad oggi non è possibile definire una relazione genetica (magari in futuro), se non è possibile fare test genetici specifici è comunque indicato un atteggiamento orientato alla corretta prevenzione: non fumare, non eccedere in alcolici, nell'esposizione solare, nei grassi nella dieta (aumentando fibre e verdure); praticare attività sportiva e riferire al proprio medico eventuali sintomi strani o persistenti (senza cadere nell'ipocondria).
In modo estremamente sintetico posso dirle questo.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Salve, grazie per le precisazioni che mi ha dato. Parlando con mia madre però sono venuto a sapere che quello di mio padre è statto un condrosarcoma dedifferenziato in fibrosarcoma. Riguardo questo cosa mi puo dire?

Grazie mille per le rassicurazioni e la pazienza.
[#5] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Ancora meno elementi per considerare una ereditarietà.
Bisogna anche precisare, per quanto sembri una banalità, che i tumori sono purtroppo molto frequenti e in una stessa famiglia diversi tipi di tumore si possono manifestare per concomitanza di varie cause ambientali.