Utente 110XXX
salve, ho 37 anni e da circa 20 mi porto dietro un problema di micosi al tronco che ad intervalli ho curato con le tipiche cure del caso, ma ogni anno si ripresentano le tipiche macchie sia scure che bianche; ho provato di tutto sporanox come compresse e poi come terapia locale dal pevaril al trosyd, all'alcool iodato,alla bollitura delle magliette intime, etc,etc, vari dermatologi mi hanno detto che devo convivere con il problema perchè è tipico della mia pelle particolarmente ospitale,ma io mi sono stufata di tale problema che dicono essere solo estetico ma in realtà è un forte condizionamento anche sociale, dato che c'è anche chi ti evita per paura del contagio;adesso sono stata da un dermatologo che mi ha fatto l'esame micologico diagnosticandomi la presenza di "tappeto di pseudomiceli di pityrosporum ovale" e mi ha dato come cura le compresse di zerfun da prendere per 10 gg 3 volte l'anno, lamisil spray da applicare per dieci giorni, nizoral come shampo data la presenza di forfora che sembra collegata e un detergente a ph basso da usare al posto del bagno schiuma.
mi chiedo: sarà l'ennesimo tentativo che poi mi farà tornare alla mia schiena leopardata o finalmente riuscirò a risolvere?
sarei grata a qualche altro suggerimento o aggiustamento per la cura
grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Saòlve,
io credo che nella nostra pratice dermatologica quotidiana, 1 - 2 casi di pitiriasis versicolor si presentino tutti i giorni. Ha fatto terapie inappuntabili: magari provi a protrarle per più tempo (quelle locali). In alcuni casi si può anche tentare la bonifica del cuoio capelluto, dove questi micro organismi albergano.
Ma, mi raccomando, non faccia gesti inconsulti e conduca ogni terapia sotto controllo medico.
Ci facia poi sapere.

Saluti

Mocci