Utente 109XXX
Salve scrivo per avere un consulto più dettagliato. Sono stato operato 16 anni fa per sostituzione di valvola aortica, mi è stata impiantata una valvola meccanica (carbomedic c23)da allora prendo giornalmente il farmaco coumadin 5 mg. Ho effettuato l'esame ecocardiografico condotto con tecnica M-mode e 2D ed ha evidenziato:
1)Ipertrofia concentrica del ventricolo sinistro (porzione basale del setto interventricolare mm. 17,5), lieve discinesia del setto interventricolare, eucinesia dei restanti segmenti, normali indici di funzione sistolica, disfunzione diastolica di primo grado (pattern da alterato rilasciamento diastolico). Normale ventricolo destro eucinetco, normali indici di funzione sistolica (TAPSE=mm.19 v.n.22±0,4).
2)Normale atrio sinistro (area cm.² 14,5 v.n. 12-19; volume cm.³ 18/m²) e destro (area cm.² 17 v.n. 12-19; volume cm.³ 28/m²).
3)Ispessimento fibroso dalla radice aortica con protesi valvolare meccanica normo-impiantata. Lieve estasia dell’arco dell’aorta mm. 34,3 v.n.~30mm; ai limiti massimi della norma l’aorta addominale mm.28 v.n.~25mm. con ispessimento medio-intimale diffuso.
La tecnica DOPPLER (PW-CW-COLOR) evidenzia:
1)Lieve insufficienza valvolare mitralica.
2)Protesi aortica bileaflets Carbomedics 23 mm. con Vel max 3.35m/sec. E Grad max 44,9 mmHg Vel media 2,26m/sec. E Grad medio 24mmHg, area funzionale protesica 1.07 cm²; lieve rigurgito di lavaggio della protesi.
3)Lieve insufficienza valvolare tricuspidalica con PAPs=39 mmHg.
Adesso il medico ha consigliato un ecografia trans-esofagea che spero fare entro questa settimanaa causa dei tempi lunghi della sanità.
Per quanto riguarda i valori che vi ho scritto voi cosa mi consigliate?Cosa posso fare?a cosa posso andare incontro?E' chiaro che non posso stare tranquillo,spero di avere vostre notizie al più presto grazie per la vostra attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
dei dati che lei ha riportato quello rilevante è la velocità Doppler transprotesica che è più elevata di quanto dovrebbe essere. Questo può dipendere da diversi fattori, dalla semplice lieve discrepanza tra le dimensioni della protesi e quelle del suo cuore, fino alla possibile disfunzione della valvola stessa. In questi casi è importante sapere se nel corso degli ultimi controlli c'è stato un progressivo aumento della velocità Doppler transprotesica o meno.
L'ecocardiogramma transesofageo permette una migliore visualizzazione della protesi, per evidenziare o escludere eventuali meccanismi di disfunzione della protesi stessa.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Genti Dottore,
la ringrazio per la celere risposta alla mia richiesta di consulto. A quanto sopra citato devo però aggiungere i risultati degli esami ematochimici eseguiti in questi giorni, in particolare gli esami relativi al colesterolo:
colesterolo tot 176
LDL 152
trigliceridi 81.
Possono essere questi la causa delle mie disfunzioni?
Grazie
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore ho eseguito l'ecografia trans-esofagea e nel referto risulta che la protesi meccanica in sede aortica è normofunzionante, auricola sinistra esente da formazioni trombotiche. Il mio medico mi consiglia di effettuare la prova da sforzo per controllare le coronarie. Io in atto non ho segni di affaticamento, ritiene sia necessario effettuare tale esame?
Grazie
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Generalmente se non ci sono sintomi sospetti di ischemia miocardica, la prova da sforzo non viene effettuata, in quanto pur sempre un test provocativo e non completamente privo di rischi.
Se dovesse invece esserci un sospetto clinico di patologia coronarica, può fornire risposte molto utili.
A proposito degli esami ematochimici, non ci sono rischi diretti sulla situazione valvolare.
Cordiali saluti.