Utente 110XXX
Salve sono un ragazzo di 24 anni....premetto che sono un abbastanza sovrappeso (1,70 x 95kg circa) e che in questo periodo a cui fa riferimento questo mio problema, sto anche eseguendo una dieta equilibrata (evitando carboidrati).

problema:

da circa 3 settimane, ho iniziato ad essere stitico ed avvertire gonfiore sulla pancia a sinistra e doloretti a volte lievi, a volte poco più forti a volte all'altezza dell'intestino a sinistra, a volte sotto il petto a sinistra, a volte dietro la schiena a sinistra, a volte una combinazione di questi....

e qualche volta dei leggeri doloretti/stranimenti sull'intero petto sinistro...ma ho pensato fossero legato agli altri.

dopo 1 settimana in cui mi stavo preoccupando di cosa potesse essere (ma leggendo su internet, ho supposto che fosse iniziato per me il problema del colon irritabile), sono andato dal medico che mi ha palpato la pancia e ha confermato il problema del colon irritabile e m'ha spiegato come curarlo...
ad esempio evitando latte e latticini (prendendo lo Zymil come latte.....a proposito m'ha detto che lo Zymil va bene perchè senza lattosio (ma sulla confezione dice 0,5% lattosio) mentre l'Accadì Granarolo no perchè anche se ad alta digeribilità, ha comunque lattosio..ma non sono identici in quanto a contenuto di lattosio? se si, preferirei l'accadì come sapore), evitando tanto caffè, mangiando un kiwi a stomaco vuoto prima di colazione, mangiando sano ecc..evitando arrabbiature,stress,ansia ecc...e m'ha dato delle pasticche di Spasmomen 40mg da prendere mattina e sera per 2 mesi.

la stitichezza è passata e il colon è migliorato molto, anche se a volte sento ancora qualche leggero doloretto o stranimento.

però poi in questi stessi giorni, ho sentito di più i leggeri doloretti e stranimenti al petto e ho iniziato a preoccuparmi parecchio che non potesse essere qualche problema di cuore o altro (però di dolori a braccio e/o spalla sinistra non ne ho affatto).

quindi lunedì scorso sono ritornato dal medico spiegandogli il problema e m'ha ascoltato il cuore con lo stetoscopio e a detta sua il cuore sta bene, c'è solo una leggera tachicardia causata dall'ansia stupida di aver paura di malattie ecc (prendendomi un po' in giro), e che devo smetterla di farmi assurdi giri mentali perchè causano solo più ansia e quindi sento quei dolori leggeri per la leggera tachicardia..e se la smetto di preoccuparmi poi i dolori spariranno senza accorgermene.

aggiungo comunque che a volte mi sembra di notare che questo doloretto leggero lo sento di più mentre mangio e/o digerisco...ma non ne sono sicuro...forse è solo coincidenza o magari suggestione soprattutto perchè mi preoccupo.


..voi cosa ne pensate? devo solo stare rilassato e non essere ansioso e dimagrirmi oppure conviene fare qualche esame di cardiologia o magari dell'apparato digerente?

vorrei togliermi quest'ansia e paura con qualche esame ma non so da dove partire e ho paura che tornando dal medico, lui mi prenda per pazzo e si rifiuti :(

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le probabilità che lei sia cardiopatico, vista la sintomatologia e la sua giovane età sono pressocché nulle, parimenti le probabilità che il suo curante abbia ragione sono invece elevatissime. Stia tranquillo e vedrà che le cure ridurranno anche i suoi fastidi toracici.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Uhm grazie mille per la risposta.....ma non è proprio il caso di fare analisi cardiologiche o magari una gastroscopia vista quella mia sensazione che i dolori aumentino o tornino mentre mangio e/o digerisco? dopotutto ho letto che a volte questo tipo di dolori e tachicardia sono causati da problemi all'apparato digerente....

non so mi dica lei :)

grazie

Saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, indicarle ulteriori analisi, quando non se ne vede la necessità, è solo un ulteriore modo di creare ansie e aspettative, aumentando e peggiorando proprio quelle sensazioni di cui si lamenta. A mio avviso non ravvedo motivi per sottoporla ad esami strumentali visto la negatività di alterazioni cliniche riscontrate già da un collega.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Allora grazie :)
saluti
[#5] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
scusate se rispondo e chiedo una cosa che non c'entra con l'argomento cardiologia, ma vorrei evitare di aprire un altro argomento e non si sa mai che non sia relazionato a quest'altri problemi


ho appena fatto in bagno parecchia pipì trasparente completamente incolore.....ho bagnato anche della carta igienica e nulla era trasparente come l'acqua.

1 oretta fa ho finito di pranzare e dal pranzo compreso ad ora avrò bevuto 3-4 bicchieri d'acqua Egeria.

devo preoccuparmi oppure questa pipì trasparente è normalmente causata da tutta quell'acqua che ho bevuto in quest'oretta come leggo su vari siti e forum?

grazie e scusate :(
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La diluizione delle urine èsenza dubbio favorito dall'acqua. Stia tranquillo , è tutto ok.
[#7] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Ok grazie e scusi per la stupida domanda ma non m'era mai successo o comunque non l'avevo mai notato :)