Utente 621XXX
Buongiorno Dottori,vorrei chiedere cortesi delucidazioni e un parere:ho sentito parlare di otturazioni in titanio,vorrei sapere se costituiscono già una valida alternativa a quelle in amalgama e se sì,potrebbe convenire effettuare delle sostituzioni,visto che mi sembra aver capito che le otturazioni in amalgama a lungo andare possono nuocere?Ringrazio per la risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il titanio è il materiale degli impianti dentali e a volte il metallo dei ponti e delle corone.
L'alternativa all'amalgama è il composito, una resina bianca, quella delle otturazioni anteriori.
Ha una resistenza e una abrasione comparabile al'amalgama, e non vi sono più differenze di durata fra i due materiali.
Il composito è solo un pò più difficile da usare, tollera meno errori.
E non è tossico.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
A tutt'oggi non sono a conscenza di otturazioni in titanio. Anche perchè non è attualmente possibile manipolarlo a temperatura ambiente. non so da quale fonte abbia appreso ciò: segua le indicazioni del collega Sergio
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Al momento è stata esclusa assolutamente una tossicità sistemica delle otturazioni in amalgama. Teoricamente, invece, qualche rischio ci può essere proprio nella fase di rimozione...
Il titanio non è usato per le otturazioni realizzate direttamente in bocca
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Mi permetto di contraddire in pubblico il collega Spinelli, in quanto l'affermazione riportata non corrisponde a realtà.
La comunità scientifica è molto divisa su questo problema.
Una parte, dati alla mano, pensa come il dr. Spinelli, un'altra consistente parte, sempre dati alla mano, pensa come me.
La realtà è che nessuno ha ancora scritto la parola definitiva sulla vicenda.
[#5] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Altrettanto pubblicamente ripeto che quanto ho scritto è quello che hanno riportato in tutti i CONSENSUS le maggiori società scientifiche internazionali, tra cui in primo luogo l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).
Del resto le centinaia di migliaia di dentisti in tutto il mondo, sicuramente i più esposti, che hanno usato prer decenni l'amalgama non hanno riportato casi di intossicazione...
L'altra tesi indubbiamente esiste, ma risulta oltre che su internet (che non mi risulta essere sede di pubblicazioni scientifiche) in alcuni articoli di ricercatori che non hanno al momento trovato nessun riscontro nelle altre MIGLIAIA di pubblicazioni sull'argomento.
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Caro Dario Spinelli, ti chiedo, dopo avertelo chiesto privatamente, anche pubblicamente un maggior rispetto per le opinioni diverse dalle tue.
Esistono altrettante rispettabili pubblicazioni scientifiche, e altrettanti CONSENSUS di altrettante rispettabili società scientifiche che sostengolno il contrario.
Sei libero di decidere di ignorare le loro tesi, ma è scorretto che tu li denigri pubblicamente riportandoli come "alcuni articoli mdi ricercatori pubblicati su internet".
E' falso, e ti richiamo ad un più corretto rapporto con i colleghi e con i pazienti, informandoli si, dando pure la tua versione, ma senza omettere i dati ceh contrastano la tua visione delle cose.

dr. Sergio Formentelli
[#7] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ho detto che ci sono delle pubblicazioni in merito alla tossicità sistemica, ma semplicemente,soprattutto negli ultimi anni dopo un iniziale clamore nato negli anni '70, la maggior parte degli studi sembra portare in direzione diversa. Al proposito credo comunque che le indicazioni dell'OMS siano piuttosto affidabili.
Preciso, inoltre, che ci sono invece quasi certezze che in alcuni soggetti sensibilizzati ci siano delle reazioni LOCALI che impongono la rimozione dell'amalgama. Si tratta per banalizzare di reazioni simil-allergiche che generalmente si manifestano con lesioni dette "lichen planus". Ma questa rimozione và fatta dopo precisa diagnosi del dentista.
Credo di aver espresso un concetto equilibrato e non era intenzione denigrare nessuno. Nel caso, mi scuso.