Utente 139XXX
Gent.le dottore,
mi permetto sottoporLe il seguente problema: 11 gg. fa sono stata morsa da una mosca (presumo il tafano, poichè fastidiosa) alla coscia destra e dopo circa tre gg. ho avuto oltre al prurito e rigonfiamento della parte interessata anche degli ingrossamenti alle ghiandole linfatiche inguinali destre.
Le altre ghiandole (inguine sinistro) sono appena accennate, piccole, mentre quelle al collo e alle ascelle le ho avute appena gonfie solo per due/tre gg. ma non dolorose.
Il medico m'ha consigliato di effettuare svariati esami (linfoadenopatite, toxo, emocromo) ma vorrei sapere se probabilmente questo mio disturbo è causato dal tafano o meno.
La informo inoltre che, le ghiandole inguinali dx. se premute i primi 4/5 gg. mi provocavano fastidio e rimangono anche se lentamente meno gonfie, comunque palpabili.
Inoltre, nella gg. di ieri ho avuto febbre (37.7) dovuta a placche sorte anch'esse casualmente due gg. fa.
La ringrazio e attendo risposta.
M.Lisa

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gentile Pz
Pur condividendo con il suo curante l'idea che vi sia necessita' di indagini diagnostiche,a completamento della visita ,le confermo senz'altro che una lesione eritemato edematosa imponente, quale quella conseguente alla puntura di insetto che mi riferisce,PUO' essere causa di rigonfiamento dei linfonodi afferenti,nello specifico a livello inguinale.
Cordialita'
[#2] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Sarebbe interessante sapere se, a distanza di tempo, la Sua immuno-reattività persiste. In tal caso suggerirei di monitorare le ragioni di tale risposta. Saluti.