Utente 110XXX
all'età di 14 anni in seguti a tachicardia mio padre decise di farmi fare un ecg, che risultò con qt al limite della norma, un ecocardiogramma risultato negativo, e un holter ecg delle 24 ore, dove è risultato qualche extrasistolia...per quello che ricordo. dopo allora ho ripetuto l'ecg un anno fa che è risultato con qt 470/489, e un ecocardio risulteto negativo, la mia domanda è questa e credo sia lecita, i medici che fino ad ora mi hanno visitato non mi hanno dato una terapia o delle indicazioni tranne una lista di farmaci da evitare per evitare l'ulteriore allungamento del qt, io sono molto preoccupata per questa situazione, come mi devo comportare? aspetto con ansia un vostro consiglio... in attesa vi porgo i miei saluti. Grazie in anticipo...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in assenza di familiarità per patologie tachiaritmiche e di casi di morte improvvisa giovanile, in assenza di sintomi specifici, le indicazioni avute dai precedenti colleghi sui farmaci da non utilizzare sono le uniche indicazioni che deve seguire, visto che non si ravvedono particolari condizioni da indurre preoccupazione.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Francesco Arabia
24% attività
0% attualità
0% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Gentile utente
concordo con il collega sulla benignità del suo QT
I criteri diagnostici proposti nel 1985, aggiornati nel 1993, rimangono validi da un punto di vista pratico. Si può porre diagnosi di sindrome del QT lungo in presenza di due criteri maggiori oppure di uno maggiore e due minori. Quelli maggiori comprendono QT allungato, episodi sincopali indotti da stress, storia familiare di sindrome del QT lungo; quelli minori, invece, sordomutismo congenito, alternanza elettrica dell'onda T, bassa frequenza cardiaca, anomalie della ripolarizzazione.
Tutto ciò non rientra nel suo caso. Segua i consigli che le sono stati dati ed al massimo esegua un test ergometrico per studiare il comportamento del QT sotto stress.
[#3] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
... vi ringrazio della gentile risposta... il test ergometrigo l'ho fattoe risulta negativo il mio qt si accorcia sotto sforzo. ho ripetuto un ecg dove risultano delle t negative ma escludono un fattore ischemico. l'holter l'ho appena fatto e attendo risposta... diciamo che per la mia età la preoccupazione è lecita. un ultima domanda.... posso fare sport... cioè aerobica e step?
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Vista la negatività del test da sforzo non ravvedo particolari motivi per controindicare l'attività sportiva. Saluti