Utente 784XXX
salve ho 43 anni e circa 1 mese fa,mentre mi preparavo per andare in servizio(soccorritrice 118)ho avvertito una fortissima tachicardia.ho atteso un attimo per vedere se si normalizzava il battito,ma non passava.Anzi.Allora mi sono recata al DEA e si rilevava una modesta tachicardia con f.c.pari a 115 con valori pressori nella norma 12080.Eseguiti in loco es.sangue,gli unici un po' fuori norma erano:potassio 3,1(3.5-4.5) fosfato 2(2.70-4.50)magnesio totale1.75(1.80-2.40).Dal referto ecg si legge:nei limiti di norma,BAV di 1°grado(PR0224)e mi e stata consigliata terapia con Sequacor 1,25 ed eseguire i seguenti esami,T3-T4-TSH e ecocardiografia,che andro' a fare oggi.i valori tiroidei sono questi:TSH-1.63 T4-17.8 T3-5.80.Ho eseguito anche sodio(140) potassio(4.1).Ora a distanza di 1 mese il battito cardiaco si aggira dagli 80 ai 90 bpm nonostante l'assunzione di Sequacor,in compenso i valori pressori scendono parecchio calcolando che di solito si aggirano sui10060 ora siamo sui 9058 con 80 di f.c. A volte non me ne accorgo di avere una f.c. alta,lo so misurandomi la pressione,ma a volte sento proprio che mi da un po' fastidio,e provo anche qualche doloretto in zona del cuore(?),forse dolori intercostali.Aggiungo che sono un po' ansiosa,piu' che altro nervosa,sressata, normopeso H 1.61 x kg 51,e faccio uso di cerotto transdermico Evra.Ora mi domando:ma è normale che nonostante l'uso di un betabloccante la f.c. resti cosi alta e un po' fastidiosa?Puo' essere portato tutto cio dall'ipotensione? Nell'attesa di una Vostra gradita risposta porgo distinti saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il controllo della sua frequenza cardiaca andrebbe effettuata mediante un Holter ECG. In base all'esito di tale esame va poi riconsiderata eventualmente la terapia con b-bloccante e la reale necessita della stessa o di un eventuale ansiolitico.
Saluti