Utente 109XXX
Gentili medici,
sono un ragazzo di 20 anni.
Ho cominciato ad avere dei sintomi (tipici della prostatite) al che sono andato dall'urologo che me l'ha diagnosticata.

Mentre mi visitava però, ha detto "Ah, hai anche una micosi!", ma non so come lo abbia riscontrato. Ho notato che guardava i puntini bianchi che ho sotto la corona del glande, puntini che ho sempre avuto (da che mi ricordi) e che oggi su internet ho scoperto essere probabilmente una Irsutio Penis, cioè innocue ghiandole sebacee.

L'urologo mi ha detto che devo lavarmi la sera con il Fisian (un sapone speciale) e devo applicare una pomata (della quale non ricordo il nome) per risolvere questa micosi.

Ora ho alcune domande da farvi:
1) Non sono un medico, ma davvero credo che lui si sia sbagliato...quei puntini li ho un pò anche sull'asta del pene, e da internet (ho visto anche foto) credo sia proprio irsutio penis. Ma la micosi come si manifesta? potreste indicarmene le caratteristiche "visive"?(non gliel'ho chiesto di persona)

2)Se davvero dovesse trattarsi di Irsutio Penis, ho letto che usando saponi inavvertitamente i puntini potrebbero aumentare...diciamo che per ora me li tengo e non mi creano fastidio (nemmeno psicologico), ma se dovessero aumentare allora non mi andrebbe proprio giù, sarebbe un danno. Cosa mi consigliate di fare? finisco i 7 giorni di "cura" con Fisian e pomata? (come se fosse micosi).
E se poi aumentano come la metto? Ci sono tanti casi di dottori che hanno consigliato cose sbagliate...e considerando che lui non è un dermatologo/venereologo le cose si complicano...

3) Cosa mi consigliate in alternativa?

Attendo un vostro riscontro. Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

di certo non possiamo accreditare o meno le diagnosi mai viste da terzi colleghi e comunque non è questa la sede adatta.

L'irsutiae coronae glandis, o papule perlacee coronali del pene è una situazione fisiologica;

Consiglio in caso di permanenza di dubbio, di effettuare la visita specialstica specifica per le patologie della cute e delle mucose gentiali, ovvero la visita Venereologica.

cari saluti.